Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli studenti di Barbaruta a scuola con gli autobus del trasporto pubblico locale

Assessore Stellini: “Grazie a un accordo tra Comune, Tiemme e Provincia i ragazzi potranno avvalersi di una corsa che viene incontro alle loro esigenze”

Più informazioni su

GROSSETO – Gli studenti di Barbaruta potranno usufruire del servizio di trasporto pubblico locale per recarsi a scuola a Grosseto e per il rientro a casa a termine delle lezioni. Grazie a un accordo tra Comune, Provincia e Tiemme la linea extraurbana Montepescali-Grosseto, sia all’andata che al ritorno, avrà una leggera deviazione sulla strada provinciale Polesine, sulla comunale Montalcino e sulla provinciale Barbaruta per poi reimmettersi sulla vecchia Aurelia.

“Questa soluzione – commenta l’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Grosseto, Giovanna Stellini – permetterà agli studenti e alle loro famiglie di non avere aggravi in termini di tempo e di costi ulteriori per garantire ai ragazzi il regolare ingresso in classe. L’accordo non nasce da ieri, ma è frutto di una serie di incontri, riflessioni e confronti che durano da tempo e di un importante lavoro svolto insieme a Tiemme e agli uffici provinciali competenti”.

“Per l’amministrazione comunale, in un’ottica di osservazione continua dei servizi erogati prosegue l’assessore Stellini -, il servizio di trasporto per le superiori era ormai diventato particolarmente oneroso in rapporto al numero degli studenti. Il trasporto così impostato riguardava solo quella zona in quanto particolarmente distante rispetto ad alcune traiettorie del trasporto pubblico locale. Proprio per questo motivo si è fin da subito ragionato con Tiemme per individuare una soluzione che andasse incontro alle esigenze degli studenti, ma che potesse dare anche un’opzione alternativa di mobilità ai residenti della zona, trasformando così l’iniziativa per un ‘trasporto ad hoc’ in un’offerta per tutti. In questo modo il Comune potrà risparmiare una cifra non di poco conto, circa 56mila euro, e le famiglie potranno avvalersi di un normale abbonamento con Tiemme, anziché versare la cifra precedentemente dovuta all’Ente”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.