Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Perplessità Mabro: «Non possiamo legare il nostro futuro al capannone»

GROSSETO – Mentre si attende concretezza dalle manifestazioni d’interesse nei confronti dell’azienda Mabro, emergono anche perplessità a margine dell’incontro avvenuto questa mattina in Regione che, al di là delle aperture nei confronti di eventuali nuovi investitori, non è stato tutto rose e fiori. Vogliono soprattutto chiarezza i lavoratori, per una vicenda che negli ultimi mesi, al fronte di presunti interessamenti, si è sempre bloccato al cospetto del capannone di proprietà di Royal Tuscany.

«Non vogliamo che il nostro futuro sia legato al destino di un capannone e di un concordato con Royal Tuscany che rischia di diventare priorità rispetto ai posti di lavoro – dice Nadia Perino della Rsu Mabro -. Se questa vicenda risulta palla al piede è necessario trovare un’altra soluzione. In fin dei conti è stato fato presente che nell’area della Mabro ci sono altre strutture utilizzabili che hanno costi minori».

Intanto in vista della scadenza del bando di cessione, fissato per il 21 ottobre, è probabile che ulteriori sviluppi sulla vicenda vengano riproposti anche a Roma, al ministero, in un nuovo incontro necessario a  fare luce su possibili novità. Prima però, le Rsu e i lavoratori si troveranno in assemblea per relazionare sull’ultimo incontro avvenuto a Firenze. L’appuntamento è fissato per domani mattina, alle 10, nella sede della Cgil di Grosseto, in via Repubblica Dominicana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.