Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Graduatorie Estar: presentata istanza contro la delibera Saccardi. La parola al tribunale

GROSSETO – Coloro che facevano parte delle graduatorie Estar dichiarate decadute hanno presentato istanza per vedere riconosciuti i propri diritti. «La parola dell’assessore Saccardi, alla quale pure avevano dato credito, non è bastata – afferma una nota dello studio legale Antichi, che rappresenta i ricorrenti -: la delibera 280 fatta a luglio del 2015 dal direttore di Estar, che ha dichiarato decadute 166 graduatorie concorsuali (per sanitari, addetti amministrativi, dirigenti medici, tecnici di laboratorio, veterinari ecc.) è ancora vigente e spiega i suoi effetti. L’assessore aveva dichiarato che la delibera sarebbe stata revocata, o almeno sospesa, ma a distanza di dieci giorni da quella promessa, nulla è accaduto».

«Per questo i ricorrenti che nell’agosto scorso avevano impugnato quella delibera al tribunale amministrativo regionale, difesi dall’avvocato Alessandro Antichi, nella riunione tenuta oggi a Firenze, hanno deciso di rompere gli indugi e presentare un’istanza per ottenere un provvedimento cautelare di sospensione degli effetti dell’atto impugnato – prosegue lo studio legale -. Dopo la notifica dell’istanza, che avverrà nei prossimi giorni, si terrà in tempi brevi l’udienza in camera di consiglio all’esito della quale, negli auspici dei ricorrenti, il tribunale amministrativo regionale pronunzierà la sospensione degli effetti della delibera impugnata, con la conseguenza di far rivivere le graduatorie illegittimamente dichiarate decadute e rendere concreta e attuale l’aspettativa dei ricorrenti di uscire dal precariato e ottenere finalmente un posto di lavoro stabile. Al primo gruppo di ricorrenti si è unito un nutrito gruppo di altri interessati, idonei utilmente collocati nelle graduatorie decadute, i quali hanno conferito anch’essi mandato all’Avvocato Antichi di tutelarli avanti al T.a.r. proponendo un secondo ricorso di contenuto identico al primo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.