Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Madonnino è di scena Amo: la fiera mercato dell’usato in agricoltura

GROSSETO – Penultimo appuntamento per la stagione fieristico del Madonnino. Il 3 e 4 ottobre nel centro fiere di Braccagni torna Amo (Agricultral Machinery Opportunity), l’esposizione delle macchine agricole usate, giunta quest’anno alla sua terza edizione.

Un’edizione che come accaduto in passato viene affiancata anche quest’anno dall’esposizione delle attrezzature e dei macchinari per l’olivicoltura alla vigilia della stagione della raccolta. Insieme a trattori e ad altri macchinari usati per l’agricoltura infatti nel centro fieristico del Madonnino i visitatori potranno trovare anche un’area espositiva dedicata a tutte le novità più importanti del settore legato alla raccolta delle olive.

Un appuntamento che negli anni è cresciuto in termini di visitatori e di volume di affari e che in questo 2015 vede aumentare la superficie espositiva del 10% e raggiungere i 3800 metri quadrati con 40 espositori (dieci in più rispetto al 2014).

«Questa manifestazione – ha spiegato Anton Francesco Vivarelli Colonne,  presidente di Grosseto Fiere che organizza l’evento – è diventata sempre più importante e ormai è un riferimento a carattere regionale. Nel 2014 ha avuto un grande successo con numeri molto incoraggianti visto che la percentuale del venduto ha toccato quota 90%».

«Si tratta – ha aggiunto il direttore di Grosseto Fiere Carlo Pacini – di un servizio che Grosseto Fiere mette a disposizione degli agricoltori del nostro territorio e dei concessionari perché per la nostra società questo evento non realizza utili e copre soltanto le spese di organizzazione».

L’ingresso alla manifestazione, così come anche il parcheggio, è gratuito e l’evento è organizzato in collaborazione con Eima (Esposizione internazionale macchinari agricoli), la società che organizza fiere in tutto il mondo e che in Italia, a Bologna, ogni due anni, dà vita ad un delle fiere del settore agricoli più grandi a livello internazionale.

«Questa fiera – spiega Marco Acerbi direttore di Eima – è unica nel suo genere e stiamo pensando di esportarla anche in altri centri fiere d’Italia. È un evento che funziona e offre, soprattutto in questo particolare momento di congiuntura economica, un’opportunità commerciale per gli agricoltori e per i rivenditori».

Appuntamento quindi il 3 e 4 ottobre al centro fieristico del Madonnino (Braccagni) dalle 9,30 alle 19,30.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.