Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Poste Italiane: un’altra vittoria dei sindaci maremmani. «Non molliamo» fotogallery

GROSSETO – Un’altra vittoria dei toscani  e maremmani contro Poste Italiane. È la seconda in poca giorni e come è accaduto o scorso e settembre con il pronunciamento del Tar sulla sospensiva per diversi comuni del grossetano, tra cui Castiglione della Pescaia, Roccastrada, Orbetello e Montieri, oggi arriva la seconda decisione del tribunale amministrativo della Toscana per Gavorrano, Capalbio, Scansano e Roccalbegna.

Per questi quattro comuni infatti il Tar ha deciso ha accolto la cautela in via anticipatoria sospendendo l’esecuzione dei provvedimenti messi in atto da Poste Italiane a partire dallo scorso 7 settembre.

Si tratta di un provvedimento temporaneo fino al 7 di ottobre quando sarà discussa in udienza la sospensiva effettiva rispetto al piano di riorganizzazione aziendale di Poste.

Di fatto da domani (per alcuni uffici si parla della prossima settimana perché i primi giorni utili per la riapertura iniziano proprio da lunedì) gli uffici postali che erano rimasti chiusi il 7 settembre dovranno riaprire. Gli sportelli saranno nuovamente operativi nei prossimi giorni sono quelli di Borgo Carige (Capalbio), Ravi (Gavorrano), Montorgiali (Scansano) e Roccalbegna. In totale in questo seconda tranche di ricorsi sono dieci i comuni toscani che si sono visti accogliere le richieste.

«È una strada ancora in salita – ha commentato il sindaco di Capalbio Luigi Bellumori – ma non non molleremo e andremo avanti nella nostra battaglia».

Anche Elisabetta Iacomelli, sindaco di Gavorrano, ha accolta con soddisfazione questa decisione del Tar che restituisce i servizi alla comunità di Ravi. «È una decisione che ci aspettavamo – ha detto il sindaco Elisabetta Iacomelli – perché come abbiamo ribadito più volte sapevamo che avevamo fatto le mosse giuste e che il ricorso era stato inserito nella seconda tranche come indicato anche dall’avvocato Roberto Melani che ha seguito tutto l’iter per Anci e Uncem. Adesso la battagli andrà avanti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.