Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Due regine per Dilettando: cala il sipario sulla dodicesima edizione

Più informazioni su

GROSSETO – Canapone incorona due regine per Dilettando. Si è conclusa in piazza Dante la dodicesima edizione del popolare format condotto da Carlo Sestini, che ha messo sul gradino più alto del podio due cantanti, Irene Biagioli ed Elisa Toniazzi. Una finale, voluta dalla amministrazione comunale, che ha avuto come cornice un piazza entusiasta e affollata come capita raramente di vedere, con tantissimi momenti di emozione e di spettacolo che ne hanno scandito l’incedere sopra un palco dalla curatissima scenografia, costituita da sei led wall e un maxischermo con retroproiezione, allestita dalla Mli Service e dalla Brain Spot. Al secondo posto, distanziata di un solo punto dalla coppia di testa, la torinese Giorgia Spadaro, mentre il terzo è stato occupato da un’altra grossetana, Asia Ercolani.

Alle prime classificate è stato consegnato un carnet formativo di Talent Coaching con i professionisti della Accademia Rockland, un contratto per serate artistiche offerto dalla Una (Unione Nazionale Artisti) di Grosseto e bottiglie appositamente dedicate della pregiatissima grappa della distilleria Nannoni. Due i premi speciali: che è stato assegnato al piccolo pianista Diego Tocchi e quello attribuito al gruppo dei Villaggio Pipo. Spettacolari sono state le esibizioni delle Reglyss, ginnaste di ritmica, piazzate al settimo posto insieme ai Tamburini di Cinigiano e al cantante di dieci anni Samuel Raul Contri, e quella del gruppo delle Santa Fiora Hip Hop che hanno occupato l’ottava piazza.

Irene Biagioli ed Elisa Toniazzi hanno estasiato la giuria regalando due performance di altissimo livello cantando, la prima “If ain’t got you” di Alicia Keys con una modulazione della voce eccelsa, mentre la seconda si è spinta nei meandri della musica soul con una interpretazione del brano del ’66, “It’s a Man’s, man’s, man’s a world”, da fare invidia allo stesso James Brown. Giorgia Spadaro ha invece preferito indirizzarsi su un classico della musica leggera italiana come “Gli uomini non cambiano”, portata al successo dalla indimenticata Mia Martini. Lo stesso pezzo di Alicia Keys cantato dalla Biagioli è stato scelto da Asia Ercolani che ha impressionato per la naturalezza della sua interpretazione.

Discorso a parte per il Villaggio Pipo, quarto posto assoluto dietro le quattro cantanti e premio speciale “Miller Italia”; simpatia, ironia e fantasia sono state condensate nella loro esibizione in cui hanno messo in luce la condizione che si trova a vivere il mondo della piccola impresa e dell’artigianato, oppresso dalle tasse e da una burocrazia asfissiante. Di peso le performance della cantante follonichese Loredana Polizzi (5° posto) che si è cimentata con l’ever green “New York, New York”, e della piccola castiglionese Alessandra Cittadini (6° posto). Il nono e il decimo posto sono stati appannaggio di due strumentisti, rispettivamente, Gabriele Bazzechi alla batteria e Lorenzo Fiaschi al sax.

Le altre esibizioni sono state proposte, in ordine di apparizione, da Andrea Riccio, Piera Marzucchi, Alberto Bacci, Dario Corbinelli, Caterina Calieri, Massimiliano Verni, Chiara Pioli e Diego Tocchi. Ma la finalissima ha visto ulteriori cinque performance, quelle dei due ospiti, Sonia Zaccariello, vincitrice della edizione 2014 e di Luca Pirozzi, chitarrista cantante di fama nazionale. In apertura è stato proiettato sul maxischermo il video messaggio di Jessica Brando, ospite annunciata, che non ha potuto prendere parte alla kermesse per un improvviso impegno di lavoro a Milano. La finale è stata caratterizzata anche da una novità assoluta; la messa in onda in diretta web streeming di Radio Tape. Durissimo il lavoro per la nutrita giuria (38 membri) se teniamo conto che il gap tra le prime e i quarti è di appena 8 voti.

«E’ stata una splendida serata – ha commentato l’assessore al turismo e presidente della giuria, Luca Ceccarelli –   sia per la qualità dei “dilettandi” che per la briosità e il ritmo di chi l’ha saputa condurre e gestire. La risposta dalla piazza è stata entusiasmante e partecipe. Credo che venerdì sera oltre alle due cantanti abbia vinto Grosseto». Insieme a Carlo Sestini, affiancato dal fido Paco Perillo a costituire una coppia ormai collaudata e affiatata che ha elargito gags e momenti ilari, si segnalano le incursioni del cosplayer Andrea Barbieri nei panni di Joker e la complicità delle tre vallette, Giada Castelli, Clarissa Palla e Francesca Giorgi che hanno sfoggiato gli abiti che l’atelier Lara Roggi aveva confezionato per la finale nazionale di “Una ragazza per il cinema” a Taormina e indossato i monili di oreficeria etrusca realizzati da Gianni Trilli.

Vallette che hanno mostrato non solo spigliatezza e bravura nell’affiancare il duo Sestini-Perillo, ma anche spiccate doti artistiche, canore quelle di Giada e Francesca, coreutiche per Clarissa. «Concludere il tour nella tua città è il massimo che si possa desiderare – ha spiegato Carlo Sestini – circondati da un pubblico di questo tipo. La finale non ha tradito le aspettative e oltre al mio staff frontline, voglio ringraziare chi sta dietro alle quinte o alle telecamere come Gianni, Giordano, Tommaso, Samuele, Orsola e Loriano e chi dietro al banco della regia audio e luci come David, Leonardo, Gabriele e Daniele. Un pensiero lo rivolgo a tutti i dilettanti che hanno regalato un’estate splendida e con la loro spontaneità, vivacità, freschezza e notevoli capacità artistiche hanno reso possibile, ancora una volta, questo sogno chiamato Dilettando».

La finalissima sarà trasmessa da Toscana Tv sabato 26 settembre alle 22,15 (canale 18) e lunedì 28 alle 21 (canale 194) e su Siena Tv (canali 669 e 682) domenica 4 ottobre alle 21 e in replica lunedì 5 alle 13.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.