Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

150 mila euro le strade della città: ecco quali sono gli interventi previsti

Più informazioni su

FOLLONICA – La giunta di Follonica ha approvato il progetto per la manutenzione straordinaria della viabilità relativa ad interventi puntuali su alcune zone della città e in particolare sulle vie Lamarmora, Fratti, Monte Capanne, Monte Rosa, Bertani e Sanzio.

«Questi interventi – spiega il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici, Andrea Pecorini – che solo parzialmente rispondono alle esigenze di manutenzione della città del Golfo, fino ad ora non avevano trovato disponibilità in bilancio a causa della forte contrazione degli oneri di urbanizzazione e delle vendite del patrimonio, che vanno proprio a finanziare lavori di questo tipo. Dopo ricognizioni e verifiche approfondite, siamo riusciti a recuperare 150.000 euro provenienti da residui di mutui e abbiamo deciso di impegnarli per cercare di risolvere alcune criticità che affliggono i nostri concittadini oramai da anni».

In particolare verranno messi in cantiere quattro interventi: il ripristino della pavimentazione stradale per la presenza di radici di pino in via Lamarmora e via Bellini; verrà sistemato l’asfalto in un tratto di via Fratti, di via Monte Capanne (zona minigolf) e via Monte Rosa. Ancora verrà realizzato un attraversamento pedonale rialzato in via Sanzio e ripristinati alcuni tratti di marciapiedi in via Bertani e via Pratelli, oltre al risanamento di alcune zone del parcheggio di piazza XXV Aprile.

«Sono assolutamente consapevole – conclude Pecorini – che questa iniziativa non è la panacea di tutte le criticità che ci sono a Follonica, ma vorrei ricordare le motivazioni per cui molti interventi di manutenzione straordinaria non vengono eseguiti. D’altronde se tali opere ed i nuovi progetti si finanziano solamente con entrate provenienti dagli oneri urbanizzazione, dalle vendite di beni del patrimonio comunale e altre forme di finanziamento (devoluzioni mutui, progettazione regionale, nazionale ed europea) c’è purtroppo poco da fare. Basti pensare che quest’anno in questa voce (oneri, alienazioni) stiamo registrando il più basso introito di sempre con un trend di riduzione del 40% circa rispetto al 2014. Stiamo valutando alcune azioni che potrebbero permettere di avere un maggior introito nel settore in questione ed entro fine anno daremo, spero, puntuali risposte».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.