Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto-Nuorese, pari con tanti gol. Le interviste del dopo gara

Più informazioni su

GROSSETO – Dalla sala stampa dello Zecchini, i commenti dei protagonisti dopo lo spettacolare 3-3 tra Grosseto e Nuorese.

Domenico Giacomarro (allenatore Grosseto): «Siamo rammaricati per aver mancato la vittoria, anche se la partita si era messa male con il doppio svantaggio nel secondo tempo. Il pubblico ci ha aiutato e ci ha spinto verso il pareggio. I ragazzi sono stati bravi a non perdere mai la testa, anzi sono rimasti lucidi e hanno continuato a giocare come sanno per recuperare la partita. Tuttavia nel primo tempo eravamo troppo bassi come baricentro ed a causa di questo abbiamo un po’ sofferto. Stiamo cercando una formula tattica per giocare con tre attaccanti, vista la rosa a disposizione, anche se la notizia negativa di oggi è l’infortunio di Nappello, che si è procurato uno stiramento del bicipite femorale».

Marco Mariotti (allenatore Nuorese): «Il Grosseto è una grande squadra con giocatori importanti per la categoria, non era facile affrontarlo qui allo Zecchini. Noi abbiamo disputato una buonissima partita costringendo il Grosseto a giocare in contropiede nel primo tempo, segno che abbiamo fatto davvero bene. Gli applausi dei tifosi biancorossi alla fine ci fanno molto piacere, questo è un pubblico che conosce il calcio a grandi livelli e che sa apprezzare anche il gioco degli avversari».

Andrea Ciolli (difensore Grosseto): «Ci è mancata forse un po’ di cattiveria, abbiamo pagato qualche disattenzione, ma grosse sbavature non ne abbiamo commesse. Occorre dare meriti anche a loro perché sono una buona formazione. Dobbiamo migliorare su concentrazione e cattiveria, ma siamo riusciti a rimettere in piedi questa partita, rischiando anche di vincerla. Mercoledì dobbiamo fare bene. Non nego che c’è stata emozione per questo debutto, ma sono contento per questa opportunità, cercherò sempre di dare il massimo. Il gruppo è umile e unito. Speriamo non sia grave l’infortunio di Nappello».

Riccardo Palumbo (nella foto – attaccante Grosseto): «Prima partita c’è stata sofferenza. Abbiamo preso un uno-due micidiale. Grande carattere di squadra, sono contento per il gol, ma era meglio vincere. Nappello e Di Gennaro hanno avuto un grande impatto sulla gara. Mi mancano i minuti nelle gambe ancora, non sono al 100%, oggi poi avevamo davanti un’ottima squadra. Presi tre gol che non potevamo evitare. Dal primo all’ultimo minuto ci hanno incitato, i tifosi che ci sono stati vicini.

Lorenzo Libutti (difensore Grosseto): «Molto meglio nel secondo tempo, la prima in casa si sentiva l’emozione, poi nel secondo tempo mi sono risvegliato. Prima volta in uno stadio grande è davvero un’emozione. Il gruppo mi ha dato una grande mano».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.