Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Talamone al centro del mondo: tutto pronto per il mondiale Snipe

Più informazioni su

TALAMONE – «La piccola Talamone sarà al centro del mondo nelle prossime settimane: il campionato Snipe è una delle regate più importanti a livello internazionale. Si disputerà dal 12 al 26 settembre nel mare di fronte a Talamone, nel comune di Orbetello. Tra Assoluto e Juniores il mondiale coinvolgerà ben 119 equipaggi provenienti da 29 nazioni. Un evento straordinario per questo piccolo paese arroccato sul mare e di grande prestigio per l’intero territorio provinciale. La scelta del porto di Talamone è un riconoscimento per la nostra infrastruttura portuale e per la nostra bellissima costa. Siamo entusiasti ed orgogliosi di ospitare una manifestazione sportiva così importante e pronti a dare il massimo dal punto di vista dell’accoglienza». Così il sindaco di Orbetello Monica Paffetti, invita a visitare Talamone in vista di un appuntamento sportivo di rilievo come il mondiale di vela.

«La macchina organizzativa è già partita, il Comune di Orbetello sosterrà la manifestazione sia dal punto di vista logistico che economico. Talamone è pronta ad accogliere atleti, staff e turisti, al Porto è stato allestito un enorme villaggio ospitality che dona al paese una piacevole aria di festa – precisa il primo cittadino -. Ringraziamo il locale Circolo della Vela, ed in particolare l’Ammiraglio Sergio Biraghi e Alessandro Testa, per aver presentato e sostenuto la candidatura della frazione più suggestiva del territorio per ospitare i Mondiali, battendo la concorrenza della città spagnola di Malaga».

«Non mi resta che lanciare l’invito a tutti: venite numerosi a Talamone per vivere l’atmosfera dei mondiali di vela, tra mare cristallino, natura, storia, cultura e buon cibo – conclude Monica Paffetti -. La  stagione è ancora bella e questa potrebbe essere l’occasione ideale, per visitare il piccolo incantevole borgo, famoso per lo scalo di Garibaldi e dei garibaldini nel 1860, il Bagno delle donne, la rocca e le altre fortificazioni ancora perfettamente conservate, a due passi dal Parco naturale dell’Uccellina».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.