Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spaccio e ricettazione: fermati due minorenni

Più informazioni su

GROSSETO – Due minorenni deferiti all’autorità giudiziaria: uno per spaccio di droga e indebito utilizzo di tessera sanitaria, l’altro per ricettazione di bicicletta. Tutto è avvenuto nella mattinata di ieri, quando durante un giro di controllo nei giardini nei pressi della chiesa di Santa Lucia, le volanti della Polizia notavano un giovane privo di maglietta seduto sopra una panchina. Gli operatori si avvicinavano al ragazzo procedendo alla sua identificazione. Nell’occasione, oltre all’evidente nervosismo del ragazzo, notavano il suo portafogli particolarmente gonfio collocato sopra la panchina.

Era presente anche una bicicletta mountain bike che il ragazzo riferiva di aver preso in prestito da un amico. Durante l’attività di identificazione gli agenti notavano un altro borsellino, all’interno del quale era presente un involucro in cellophane contenente 3 grammi di hashish. Nel portafogli, inoltre, venivano rinvenuti circa 1.700 euro e una tessera sanitaria appartenente ad un’altra persona.

L’amico, prontamente rintracciato, confermava di aver comprato la bicicletta da uno straniero a lui sconosciuto e di averla prestata al ragazzo. Pertanto, entrambi i giovani venivano portati in questura per gli accertamenti di rito.

Le perquisizioni effettuate davano esito positivo, per altri 1.200, provento di attività pregressa di spaccio di sostanza stupefacente, ammessa dal ragazzo, un grinder, comunemente chiamato trita marijuana, e un coltello con manico in legno sporco di hashish. Entrambi i ragazzi venivano sottoposti ai rilievi foto dattiloscopici presso il locale gabinetto di Polizia Scientifica.

Uno veniva deferito all’autorità giudiziaria per la detenzione a fini di spaccio, nonché per l’indebito utilizzo della tessera sanitaria, l’altro per la ricettazione della bicicletta. Al termine della stesura degli atti i ragazzi, essendo minorenni, venivano affidati ai rispettivi genitori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.