Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Furti in villa: faccia a faccia con i ladri. Li insegue e li mette in fuga

FONTEBLANDA – Li ha inseguiti gridandogli contro, faccia a faccia sul finestrino, sino a quando non sono partiti sgommando e dandosi alla fuga. Brutta avventura ieri sera per il consigliere comunale di Orbetello Roberto Berardi, che si è trovato faccia faccia con quattro individui che stavano cercando di intrufolarsi dentro una villa in località Il Poggio, sopra Fonteblanda.

La proprietaria, una signora azniana, verso le 20 ha chiamato Berardi, che lavora nella villa. Qualcuno suonava insistentemente al campanello, siccome il citifono era rotto la donna ha chiesto a Berardi di andare a vedere. Al primo cancello non ha trovato nulla. Giunto al secondo Berardi ha visto un ragazzo che aveva già scavalcato la recinzione. Ha aperto il cancello e ha visto tre persone che fuggivano verso la strada. Li ha inseguiti, i tre si sono infilati dentro una Citroen dove li aspettava un quarto complice. Berardi li ha raggiunti e ha inveito loro contro attraverso il vetro, ma l’auto è partita a tutta velocità.

«Purtroppo i furti in villa sono sempre più frequenti – afferma Berardi – e non si sa mai quali possano essere le conseguenze quando i propietari sono in casa. L’aumento di questo genere di fenomeni criminosi ci ha convinto della necessità di un asessorato con delega alla sicurezza per la prossima amministrazione. L’obiettivo è una collaborazione sempre più stringente con le forze dell’ordine, e il posizionamento di telecamere a tutte le entrate di Orbetello, telecamere che possano leggere le targhe anche di notte e che, al bisogno, possano essere utilizzate dalle forze dell’ordine per capire chi è entrato in città».

Berardi, che ha segnalato l’accaduto ai Carabinieri, conclude con un appello ai cittadini, a non girare il volto da un’altra parte, a segnalare situazioni anomale, senza fare gli eroi o rischiare, a volte basta una telefonata alel forze dell’ordine per segnalare l’auto sospetta o il comportamento strano o insolito di qualcuno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.