Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Via libera al bilancio. «Servizi senza aumentare le tasse». Ecco le opere più importanti

GAVORRANO – Il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2015. Una manovra di poco inferiore ai 13 milioni di euro. «Rispetto ai presupposti iniziali – ha spiegato il sindaco Elisabetta Iacomelli – siamo riusciti insieme agli uffici competenti a fare un lavoro certosino continuando a garantire i servizi ai cittadini senza andare a gravare sulle loro tasche».

Le aliquote di Tasi e Imu infatti sono rimaste invariate rispetto allo scorso anno con alcune agevolazioni per gli anziani che risiedono nelle case di riposo. Discorso diverso invece per la Tari, la tassa sui rifiuti. «In questo caso – ha aggiunto il sindaco – abbiamo operato una rimodulazione delle aliquote: molte case sono state liberate per non pagare la Tari e per mantenere le entrate dell’anno passato abbiamo dovuto modificare le aliquote rimodulandole».

Attenzione anche per il sociale. «Siamo riusciti rispetto allo scroso anno – ha detto il sindaco – a garantire i campi estivi per i ragazzi del nostro comune».

Per quanto riguarda le opere pubbliche invece notizie positive arrivano per la messa in sicurezza del terrtiorio. «Grazie all’impegno di questa amministrazione che ha riportato Gavorrano al centro della politica – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Giulio Querci – abbiamo ottenuto un finanziamento di 209 mila che insieme alle risorse del nostro comune, 50 mila euro, servirà a finanziare un importante progetto di protezione dal dissesto idogeologico del paese di Bagno di Gavorrano. Si tratta di un’opera che completerà il progetto di messa in sicurezza della zona e che interessa l’area che va da San Guglielmo alla lottizzazione “La Vigna”».

Tra le opere che partiranno tra l’autunno e l’inizio del 2016 ci sono anche il completamento del nuovo museo dei Bagnetti (40 mila euro più 91 di finanziamento), il recupero delle mura di San Giuliano nel capoluogo, riqualificazione e arredo urbano per piazza del Popolo a Giuncarico, il rifacimento della pubblica illuminazione in piazza Leonardo da Vinci a Bagno, la realizzazione di nuovi loculi a Giuncarico e degli ossari a Caldana.

Nella seconda parte del 2016 invece sono previsti interventi per l’ampliamento della scuola materna di Bagno (100 mila euro), la realizzazione del marciapiede che collega il centro abitato di Bagno con il cimitero e sempre a bagno nuovi loculi.

«Siamo andati a prendere i soldi dove sono – ha detto Querci – puntando sui finanziamenti estenri al comune grazie sopratutto alla ritrovata stabilità dell’amministrazione che rispetto al passato è riusciti a conquistarsi una posizione importante nei vari tavoli istituzionali».

Il bilancio è stato approvato con i soli voti della maggioranz. L’oppoisizione ha votato contro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.