Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex opera pia: l’opposizione presenta un esposto alla Procura «Degrado e pericolo»

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Un esposto alla Procura perché intervenga per imporre che il propietario dell’area “Opera pia contessa Nella” ponga fine alla situazione di degrado in cui l’area versa. L’esposto è stato presentato dal consigliere di opposizione Canzio Papini, che ripercorre la vicenda durante gli ultimi mesi.

A novembre scorso la lista civica “Il comune di Tutti” chiese un sopralluogo all’Asl e ai Vigili del fuoco «per una verifica sulla situazione di degrado e pericolosità per la pubblica incolumità dell’area posta in via Manzoni a Roccastrada, di proprietà della S.A.S. Costruzioni». In quell’occasione sono stati emessi due verbali «in cui si prescrive al soggetto legalmente obbligato o in via sostitutiva all’amministrazione comunale di Roccastrada di provvedere entro trenta giorni a mettere in atto una serie di interventi per mettere in sicurezza tale area».

«Il sindaco Francesco Limatola a gennaio ha emesso un’ordinanza affinchè il titolare provvedesse entro trenta giorni ad eseguire le opere prescritte dalla ASL e dai Vigili del Fuoco. Trascorsi i trenta giorni e non avendo provveduto il comando di Polizia Municipale, tramite verbale ha informato il sindaco che non sono stati eseguiti i lavori prescritti. Nel periodo trascorso questo Gruppo Consiliare ha più volte sollecitato il sindaco e gli uffici competenti in materia,affinchè si provvedesse con sollecitudine a mettere in sicurezza tale area nella quale si stanno ancora materializzando situazioni di emergenza in particolar modo per il pericolo di insorgere di incendi e la continua presenza di persone all’interno specialmente di notte. La nostra continua azione di sollecito ha prodotto soltanto, circa due mesi fa, la pulizia e il taglio erba del piccolo parchetto parallelo a viale Marconi di nuovo ora pieno di erba secca».

Per questo Canzio Papini chiede «che la Procura voglia accertare e valutare se nei fatti, atti e comportamenti sopra riportati siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti procedendo, in caso affermativo, nei confronti del soggetto responsabile. Con espressa riserva di costituirsi parte civile nell’eventuale successivo procedimento penale».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.