Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sport e ambiente: il binomio vincente per i ragazzi

RISPESCIA – Legambiente e lo sport: un rapporto consolidato durante Festambiente, grazie anche alla collaborazione del Comune di Grosseto, che ha preso vita con tornei sportivi, premiazioni, incontri e la partecipazione di personaggi del mondo della politica e dello spettacolo. L’Ecocampo sport, la struttura sportiva di Ecopneus fatta con pneumatici riciclati, ha visto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e Luca Barbarossa, cantante e capitano della nazionale cantanti, giocare sul campo con i bambini delle società sportive di Grosseto e i piccoli visitatori della festa.

«Il rapporto tra sport e ambiente è binomio di grande importante che deve passare – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – dal senso di sportività, di fairplay e di sana crescita sportiva dei ragazzi. A Festambiente abbiamo cominciato questo percorso con il Comune di Grosseto partendo proprio dalle società sportive del territorio, mettendole in contatto con personaggi nazionali del mondo sportivo, politico e dello spettacolo per evidenziare insieme gli aspetti fondamentali come la solidarietà, l’attenzione all’ambiente e soprattutto la crescita sportiva in nome del fairplay».

Anche il nuovo Grosseto calcio ha presentato la squadra ai piccoli visitatori della festa portando sul campo di Legambiente il presidente Pincione, il direttore sportivo Mirri, l’allenatore Giacomarro e una rappresentanza della squadra, che ha poi giocato sul campo insieme ai bambini presenti. E proprio l’ecocampo di Legambiente ha ospitato per 10 giorni società sportive del territorio: il calcio, con la presenza della Nuova Grosseto, del Saurorispescia, della Fortis e della Futura; il basket con la Gea Basketball; il football con la Polisportiva Condor Grosseto; il Judo e ju jitsu con lo Sporting Club di Albinia e il minirugby con il Grosseto rugby club. E poi attività di canoa e sup con Terramare e attività di Nordic walking con la Scuola italiana di Nw.

Con le quattro società calcistiche di Grosseto è stato organizzato anche un torneo, il primo Trofeo Fairplay Festambiente, che ha visto vincere tutte e quattro le squadre partecipanti (Nuova Grosseto, Saurorispescia, Fortis e Futura), con una targa premio consegnata a nome di Legambiente e Comune di Grosseto. Non sono mancane le conferenze e gli incontri pubblici. Martedì 11 agosto a Marina di Grosseto si è parlato del rapporto tra sport e ambiente con il consueto riconoscimento che ha premiato tre società sportive maremmane: l’Associazione Terramare, le Grosseto Olimpia cheer e il Circolo Pattinatori Grosseto 1951.

Infine domenica 16 agosto l’incontro pubblico “L’altra faccia del pallone”: una passeggiata nel mondo del calcio che conta, ovvero quello della solidarietà e della sportività, diviso in tre parti. La presentazione del libro “La città del football: viaggio nella Londra del calcio” in cui l’autore Gianni Galleri ha ripercorso la nascita del calcio inglese tra stadi, storie e aneddoti; il calcio come veicolo di solidarietà nel terzo mondo, spiegato da Roberto Picardi uno degli allenatori dell’Inter campus, e infine come insegnare calcio e sportività ai bambini, sottolineato da Lorenzo Falconi allenatore della Nuova Grosseto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.