Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Grosseto cerca ancora un portiere, ma lavora con il sorriso

GROSSETO – Tifosi vicino alla squadra, dirigenza che apre le porte ai sostenitori, giocatori presentati alla stampa in conferenza. Il nuovo corso del Grosseto parte anche da queste interessanti novità che segnano un cambiamento profondo rispetto alle abitudini del passato.

Un esempio eclatante è arrivato nella giornata di ieri, quando i giocatori che compongono l’organico attuale della squadra, si sono sottoposti alle domande dei giornalisti. Una sfilata di 20 giocatori, merce rara da queste parti, dove l’abitudine e la regola era quella di parlare il meno possibile. Unico assente, dei tesserati del momento, l’esperto difensore Carlo Baylon che ha raggiunto Grosseto solo nel pomeriggio di ieri per sottoporsi a visite mediche e sostenere il primo allenamento.

Intanto però, il mercato non è stato ancora ultimato. Non è un mistero che il direttore sportivo Gianfranco Multineddu (nella foto) sia alla ricerca di un portiere under che possa vestire i panni del potenziale titolare nella squadra di Giacomarro, anche se non si escludono altre novità anche tra i giocatori di movimento. «E’ opportuno prima di tutto ringraziare la società e il presidente Pincione per l’opportunità e per aver messo a disposizione tutto quello di cui abbiamo bisogno per far bene – dice Multineddu -. Cerchiamo di mettere su un bel team, lavorando ogni giorno con il sorriso, perché aiuta nei momenti più difficili. E’ un buon punto di partenza, per il resto cercheremo di commettere meno errori possibili nelle scelte che saremo chiamati a fare, ciò che voglio sottolineare però, è che non siamo improvvisati».

A proposito di estremi difensori, si esprime anche il preparatore dei portieri del Grosseto, uno che in queste settimane ha testato diversi giocatori: «Sono fiducioso che alla fine il direttore sportivo arriverà a portare in squadra ciò che serve – spiega Domenico Corcione -. Normalmente sono abituato a giocare d’anticipo, vedo molte partite e scelgo i portieri che servono. Quest’anno però è diverso, siamo partiti dopo e molti degli under da mettere tra i pali in Serie D si sono già accasati».

Sul campo, invece, sta lavorando il secondo di Giacomarro, ovvero Nicola Tramutola, uomo di fiducia del mister: «Ho un feeling perfetto con il tecnico, anche perché per sposare un progetto devi condividere a pieno la causa, occorre essere più che convinti. Il progetto presentato dalla società è stata una bella sorpresa. C’è entusiasmo tra persone motivate che hanno grandi idee. Sono orgoglioso di essere qua».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.