Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Ritratti di Maremma” tra fotografie e archeologia partita dal Museo archeologico

Inaugurata la prima delle anteprime del progetto curato dall'Archivio Fratelli Gori. Assessore Stellini: “Immagini danno senso parole e l'Archivio Fratelli Gori sempre più un riferimento”

Più informazioni su

GROSSETO – Inaugurata al Museo archeologico di Grosseto la prima delle anteprime del progetto curato dall’Archivio Fratelli Gori “Ritratti di Maremma”, serie di eventi espositivi allestiti contemporaneamente in cinque sedi diverse e che si svilupperà nel 2016.

Quello di questa mattina è il primo degli appuntamenti, affiancati anche da due eventi musicali; tutto in collaborazione con la Camera di Commercio, con il Ministero dei Beni Culturali, il Comune di Grosseto e quelli di Orbetello, Monte Argentario, Capalpio e Sorano, la Soprintendenza archeologica, il l’Ente regionale Parco della Maremma, il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano e altri sponsor privati:

Al Museo archeologico è quindi iniziata la la mostra “Roselle e la Maremma archeologica” con immagini, video e documenti uniti a reperti. Tra gli amministratori e le personalità presenti all’inaugurazione accanto a Giovanni Gori, Cecilia Luzzetti, Maria Grazia Celuzza, la direttrice del Museo, che hanno lavorato al progetto, era presente l’assessore alla Cultura, Giovanna Stellini che ha voluto sottolineare: “(…) il ruolo speciale che le immagini rivestono nel dare un senso alle parole e il valore straordinario per tutto il nostro territorio rappresentato dall’Archivio  Gori, sempre più condiviso, sempre più riferimento della memoria locale”. Presenti anche il Sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, l’assessore al Patrimonio del Comune di Orbetello, Walter Martellini, il vicesegretario generale della Camera di Commercio, Mauro Schiano, Monsignor Franco Cencioni e Gabriella Poggesi della Soprintendenza, nonché responsabile degli scavi di Roselle.

Nella giornata di domani 14 agosto, a partire dalle 18.30, l’altra anteprima, presso l’area archeologica di Cosa. Qui si terrà il Concerto di violoncello e voce di Naomi Berrill. Poi l’inaugurazione presso il Museo Archeologico Nazionale di Cosa, della mostra fotografica “Cosa è l’Ager Cosanus” con immagini provenienti ancora dall’Archivio Fratelli Gori e anche da quello della Soprintendenza Archeologica della Toscana. Dalle 20, infine, e una degustazione di prodotti tipici;

Il 27 agosto si torna a Grosseto, all’interno della splendida area archeologica di Roselle. A partire dalle 19 il concerto di violoncello, chitarra, fisarmonica e voce di Michele Lanzini e Emanuele Bocci. A seguire una degustazione di prodotti tipici e dalle 21 una visita guidata agli scavi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.