Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Salento e una sorpresa per la chiusura del festival Real Giallu

Il 7 agosto tre band d'eccezione e un cammeo dei Quartiere Coffee per l'arrivederci della rassegna

Più informazioni su

FOLLONICA – Il festival RealGiallu saluta il suo pubblico con le note del Salento dei Bundamove e un regalo dei Quartiere Coffee. Venerdì 7 agosto si conclude la seconda edizione della rassegna organizzata dall’associazione che porta il nome dell’artista Gianluca Acquilino, dal titolo “Parole di musica”: l’arrivederci ai prossimi appuntamenti, programmati per l’inverno 2015, è stato preparato nei minimi dettagli per regalare una serata senza eguali alla città di Follonica. Tre band si alterneranno sul palco allestito tra il Congo Bar e il ristorante Tiburon, in via Spiaggia di Levante, dalle 19 fino a tarda notte. La serata sarà presentata da Filippo Fratangeli, che insieme alla sua band, Quartiere Coffee, ed ai Raniss, ha deciso di scrivere un brano (con la collaborazione di Mario Cianchi della Emi), auto prodotto, i cui ricavati andranno interamente alla RealGiallu. Il pezzo “Io scelgo te”, verrà presentato durante la serata e uscirà per l’associazione in distribuzione digitale con Pirames. Questo è solo il primo passo di un progetto che ogni anno vedrà coinvolti artisti diversi per la pubblicazione di un singolo i cui proventi andranno alle attività del gruppo. Il festival ad ogni sua edizione porterà sul palco band di giovani musicisti per costruire a Follonica, con la collaborazione di tutti, una città della musica all’insegna del talento e dell’impegno comune. Primi ad esibirsi gli “Etruschi from Lakota”: Simone Sandrucci, chitarra elettrica, chitarra slide, banjo, armonica; Pietro Marini, chitarra acustica, chitarra 12 corde; Diego Ribechini, basso, chitarra baritona; Luigi Ciampini, batteria, percussioni; Dario Canal, voce, sono insieme dal 2011 e attualmente stanno portano in giro per l’Italia il loro ultimo disco “Non ci resta che ridere”. Dopo di loro, alle 20 e 30 direttamente dalla Puglia i Bundamove. Il gruppo nasce nel dicembre 2009 grazie all’amore per il funk e per la black music di Emanuele “Manufunk” Pagliara (chitarra), Marco “DonSkal” Calabrese (tastiere), Michele “Mike” Minerva (basso), Antonio “Dema” De Marianis (batteria), Sandro “Sax” Nocco (sassofono) e Gabriele “Trumpet” Blandini (tromba), musicisti che vantano collaborazioni con Roy Paci & Aretuska, Manu Chao, Boomdabash, Anansi, Steela. Dalle 22 e 30 poi, a concludere la serata, saranno i Radio Seattle: Cristian Chechi, voce e chitarra, Leonardo Marcucci, chitarra, Alessio Dell’Esto, basso, Mario Poli Corsi, batteria e voce, porteranno il pubblico in un viaggio musicale che partirà da Jimi Hendrix passando attraverso band come Nirvana, Pearl Jam, Alice in Chains, fino ad arrivare ai più recenti progetti solisti di Eddie Vedder, Chris Cornell e Dave Grohl, con i Foo Fighters ed i Queens of the stone age. Come sempre l’ingresso sarà gratuito: l’appuntamento è venerdì 7 agosto in via Spiaggia di Levante a Follonica dalle 19 e 30.

BUNDAMOVE (da funk machine) nascono in Salento nel dicembre 2009 grazie all’amore per il funk e per la black music di Emanuele “Manufunk” Pagliara (chitarra), Marco “DonSkal” Calabrese (tastiere), Michele “Mike” Minerva (basso), Antonio “Dema” De Marianis (batteria), Sandro “Sax” Nocco (sassofono) e Gabriele “Trumpet” Blandini (tromba), musicisti che vantano collaborazioni con Roy Paci & Aretuska, Manu Chao, Boomdabash, Anansi, Steela. I sei salentini si fanno strada suonando in giro per l’Italia, conquistando pubblico e critica. La prima produzione discografica “Da Funk Machine” (Goodfellas, 2011) è anticipata da “Roadhouse Blues”. Nel 2012 “Smooth Criminal” attira l’attenzione di Vincenzo Mollica che cita la band come una delle rivelazioni dell’anno nella rubrica del TG1 “DoReCiakGulp”. Nel 2013 i Bundamove entrano in studio per registrare il primo album di inediti “Connection”, che uscirà l’anno seguente per Fiorirari-Universal e sarà ricco di collaborazioni d’eccezione, come Sud Sound System, Emma Marrone, Après La Classe, Nitto dei Linea 77, Mr T-Bone, Roberto Angelini, Cico. Dal primo singolo “Sex Voodoo Party” feat. Cico, prende spunto un tour di 60 date tra cui le aperture degli show di leggende della musica internazionale. A maggio 2014 esce “Stimoli” feat. Cico & Karlino, seguito a luglio da “Ce Me Passa” feat Sud Sound System & Après La Classe, pezzo simbolo di un’estate che ha visto i Bundamove calcare i palchi di importanti festival nazionali (Ariano Folk, Gusto Dopa) ed aprire i concerti di Shaggy e dei Negramaro allo stadio Via del Mare di Lecce.

Quartiere Coffee è una reggae band grossetana nata nel 2004. Filippo Fratangeli “Rootman” voce; Matteo Varricchio “Bigga”, basso; Marco Vagheggini “Vaghe”, tastiere; Matteo Maggio “Mr. Maggio”, batteria; Filippo Scandroglio, chitarra. La band propone un’eccezionale miscela di reggae, new rootz , bashment, dancehall e soca, riscuotendo ottimi riscontri da pubblico e critica. Nel 2008 pubblica “IN-A” per One Step Records, primo album ufficiale, che vede la partecipazione di nomi di spicco del reggae italiano e non, a testimonianza del valore artistico del progetto: Sister-E outta Michelangelo Buonarroti, Peter Spence (UK), Rootsman I, e R-Lab. Il primo disco si impone subito nella scena underground italiana, ma è con il nuovo album in uscita ‘Vibratown‘ che la band grossetana inizia ad avere un sound propriamente detto ‘International’ avvicinandosi sempre di più al mood d’oltreoceano. Da segnalare la partecipazione allo Heineken Jammin’ Festival 2010 e le date di supporto ad Alborosie e Frankie Hi NRG, inoltre Kg Man, voce del gruppo, è reduce dalla partecipazione al progetto Rezophonic. Dopo i due album Quartiere Coffee si fermano per un terzo lavoro. Il 2011 è stato per la band un anno ricco di avvenimenti. Il main stage dell’Heineken Jammin Festival, l’ingresso di Kg man come singer e compositore del progetto Rezophonic, i numerosi singoli usciti sempre per Kg man e molti altri per dj e produttori italiani, europei e anche di oltre oceano, fino ad arrivare alla Jamaica. Altre collaborazioni importanti hanno caratterizzato il 2011 per la band, tra cui la più importante, quella di Rootman che ha preso parte al “Revolutionare tour 2011” di Roy Paci & Aretuska. Nel 2013 esce il terzo album “Italian reggae familia”, il disco dal punto di vista strettamente musicale è tradizionalmente reggae, lungamente pensato e suonato in studio. La band nel 2014 ha festeggiato i suoi primi dieci anni con un libro di racconti, “Ten”.

RadioSeattle è una band grossetana formata da Cristian Chechi (voce e chitarra), Leonardo Marcucci (chitarra), Alessio Dell’Esto (basso), Mario Poli Corsi (batteria e voce), il suo sound è un tributo al suono di Seattle, la città nordamericana che ha dato i natali a Jimi Hendrix ed ha visto nascere il genere grunge, due fenomeni musicali che hanno segnato un’epoca. RadioSeattle vi accompagnerà in un lungo viaggio che partirà proprio da Jimi Hendrix passando attraverso band come Nirvana, Pearl Jam, Alice in Chains, Soundgarden, Stone Temple Pilots, fino ad arrivare ai più recenti progetti solisti di Eddie Vedder, Chris Cornell e Dave Grohl, con i Foo Fighters ed i Queens of The Stone Age.

Etruschi from Lakota (Simone Sandrucci, chitarra elettrica, chitarra slide, banjo, armonica; Pietro Marini, chitarra acustica, chitarra 12 corde; Diego Ribechini, basso, chitarra baritona; Luigi Ciampini, batteria, percussioni; Dario Canal, voce) si formano nel settembre del 2011 dopo l’incontro con il produttore artistico Nicola Baronti. Da questa collaborazione nasce “Davanti al muro”, uscito nel marzo 2012 per Phonarchia dischi, accolto con grande favore dalla stampa specializzata. Con il loro disco d’esordio “I nuovi mostri” uscito nel gennaio 2013 (sempre per Phonarchia dischi), arrivano i primi riconoscimenti nazionali come la vittoria dell’Italia Wave Band Toscana, che porterà il quintetto toscano ad esibirsi sul Main Stage del festival e a vincere il prestigioso premio FAWI 2013, assegnato, dalla fondazione Arezzo Wave, al miglior gruppo emergente italiano. Pochi mesi dopo arriva la vittoria del “Premio Buscaglione 2014”, concorso dedicato alla canzone d’autore italiana, che consolida il profilo della band. Attualmente il gruppo è impegnato nel tour nazionale di presentazione dell’ultimo disco “Non ci resta che ridere”, uscito il 26 gennaio 2015 ancora una volta su Phonarchia dischi con distribuzione Audioglobe-The Orchard.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.