Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celebrazioni per San Lorenzo. «Riferimento per vivere epoca difficile»

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Una festa che caratterizzerà l’estate del capoluogo. La città e la diocesi di Grosseto si preparano alle celebrazioni per il santo patrono Lorenzo martire. Una festa che partirà venerdì 7 agosto, per proseguire fino al 10, giorno in cui si celebra il santo protettore della città di Grosseto, con una appendice fino all’11. Tanti gli appuntamenti in programma, dalla tradizionale processione agli appuntamenti solenni in cattedrale, passando per il concerto dell’Orchestra sinfonica città di Grosseto e la consegna del Grifone d’oro.

«Le celebrazioni laurenziane – spiega il sindaco Emilio Bonifazi -, sono un grande appuntamento, che si rinnova ogni anno, per tutta la città. Dallo scorso anno, inoltre, la festa ha assunto un nuovo significato, quello della solidarietà. Le celebrazioni, infatti, sono arricchite da due iniziative a scopo benefico: la raccolta di generi alimentari e il sostegno alle popolazioni della Siria».

Lo stesso vescovo Rodolfo Cetoloni si è rivolto a tutti i grossetani con una lettera in cui invita al coinvolgimento umano e spirituale nella festa di San Lorenzo. «C’è ormai un rapporto intenso tra realtà civile e religiosa – precisa il vescovo -. Il patrono Lorenzo rappresenta una figura che è punto di riferimento per vivere epoca di difficoltà e decadenza, non solo economica, ma anche sociale. Un esempio di dedizione verso gli altri e per l’umanità. Guardare a Lorenzo come patrono, significa avere un esempio di rassicurazione, incoraggiamento e protezione».

Nell’ambito delle celebrazioni religiose, in ogni caso, si aggiungono anche momenti di condivisione e di attenzione per la cittadinanza. E’ il caso del Grifone d’oro che ogni anno viene assegnato a persone o entità che siano distinte in vari campi, siano essi culturali, economici, promozionali verso il territorio o sportivi. «Quest’anno premiamo un realtà che è attiva dal dopo guerra – osserva Umberto Carini, presidente della Pro Loco -. Con i cicli Tommasini celebriamo un mezzo eco-sostenibile come la bicicletta che l’azienda grossetana è riuscita a promuovere in tutto il mondo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.