Briciole di poesia al parco di Gavorrano, l’artista Opiemme come un Pollicino delle parole – TUTTE LE FOTO foto

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

GAVORRANO – Un percorso, briciole di lettere e parole, come quelle di Pollicino. Piccole tracce lasciate sulla roccia, sui muri, sull’acciaio corten. Il muralismo e l’arte contemporanea sono arrivati a Gavorrano dove si sono fusi con quel che resta della cultura e della storia della miniera.

Parole come disegni, stencil, spray, pittura murale, per portare la poesia (C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole), le parole, in strada, tra la gente. «La poesia e le citazioni, le parole e le lettere – ci dice Opiemme che vuole restare anonimo – sono una costante del mio lavoro».

Un percorso ideale che ha portato il visitatore dalla Porta del Parco sino al Teatro delle Rocce. È stato presentato ieri, a Gavorrano, il percorso artistico creato dal writer Opiemme. I visitatori sono stati accompagnati dal direttore del parco Alessandra Casini in un percorso che è partito dalla miniera, dal cuore della terra, sino a rivedere la luce, e poi guidati sino al teatro seguendo le tracce lasciate da Opiemme.

(cliccare sulle foto e per ingrandire cliccare ancora)

Più informazioni su

Commenti