Cani bagnino: la risorsa in più per la sicurezza in spiaggia – Le FOTO

di Lorenzo Falconi --

MARINA DI GROSSETO – Mare agitato, uguale esercitazione di successo. Davanti ad una folla di bagnanti, i cani bagnino hanno dato dimostrazione della loro grande utilità, sfidando le onde e portando a termine con grande maestria le prove di salvataggio in acqua. Una risorsa in più in tema di sicurezza nella stagione balneare, abbinata a molte tipologie di intervento: dalla persona in difficoltà, ma cosciente, a quella priva di sensi, passando per altre situazioni, come il natante in panne, oppure più emergenze contemporanee da affrontare in acqua. Così, la Saucs Costa Maremmana, specializzata nell'addestramento delle unità cinofile salvataggio, ha dato una dimostrazione delle potenzialità e di utilizzo dei cani bagnino lungo il litorale di Marina di Grosseto, facendo tappa allo stabilimento Moreno Beach.

«Quella dell’utilizzo dei cani è una risorsa in più che si aggiunge alle altre messe a disposizione in termini di sicurezza – spiega Andrea Porzio, comandante della Guardia Costiera di Marina di Grosseto -. Già quest'anno è stato firmato un protocollo che in futuro permetterà ai cani bagnino di essere imbarcati nelle motovedette. Il binomio uomo-cane, riesce a fare grandi cose per quanto riguarda il salvataggio in acqua, per questo mi auguro che all'interno del piano collettivo di salvamento possa esserci spazio per questa risorsa da destinare anche alle torrette collocate lungo la spiaggia».

All’esercitazione hanno partecipato i cani delle razze golden retriever e terranova, le più adatte a questo tipo di impiego. «Abbiamo 23 unità cinofile addestrate nella nostra scuola - precisa il presidente Saucs Edio Tagliaferri -, in passato abbiamo già eseguito pattugliamenti e azioni in mare. A livello operativo il cane deve essere visto come un supporto, la persona che gestisce l'animale, infatti, è già di per se un bagnino. L'apporto del cane però, può essere di straordinario aiuto in molte situazioni di intervento, come abbiamo visto oggi nelle numerose esercitazioni».


Commenti