Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gavorrano in salsa greca. FdI rilancia il referendum. «Pagate per aver eletto sindaco ineleggibile»

GAVORRANO – Fratelli d’Italia rilancia l’idea del referendum sulla vicenda dei gessi rossi. Una consultazione popolate per chiedere direttamente ai gavorranesi se sono d’accordo o meno sull’ipotesi di ospitera il sito di stoccaggio degli scarti della produzione di Tioxide.

«Vogliamo portare i “gessi rossi” nel nostro giardino? Vogliamo trasformare il nostro territorio in una discarica di veleni? Sono due domande a cui c’è una sola risposta: no. Questa è la risposta del Circolo FdI-AN di Gavorrano».

«Siamo altresì convinti e consapevoli – aggiungono dal circolo di Fratelli d’Italia – che non esiste Amministrazione (anche se in possesso di regolare mandato popolare) che possa vantare il diritto e l’arroganza di decidere in merito ad una questione di tale importanza. Per questo motivo l’unico strumento che consente la più ampia partecipazione popolare a decidere in merito è il “referendum”. Questa chiamasi “democrazia”».

«Quando si tratta di passare dalle parole ai fatti – si legge ancora nella nota –, fanno retromarcia. Perché coscienti che di fronte ad un voto popolare saranno costretti a rinunciare ai propri interessi».

«In merito ai costi per un referendum, siamo convinti non esista motivo migliore per utilizzare i soldi dei contribuenti per mettere in atto uno strumento “democratico”e di “libertà”. Soldi spesi bene. Non come quelli dove l’attuale Sindaco, insieme a coloro che oggi siedono all’opposizione, hanno fatto spendere per eleggere un Sindaco ineleggibile e costringere i cittadini a “nuove elezioni”. Quelli “sì” sono stati soldi dei contribuenti gettati letteralmente nell’immondizia. E a nostro avviso i “responsabili” dovrebbero restituirli».

«All’attuale maggioranza diciamo che anziché cercare di risolvere i problemi di tutto il comprensorio si impegnino a risolvere i propri».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.