Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione: Marras capogruppo in consiglio. Dovrebbe guidare la maggioranza Pd

GROSSETO – Con la proclamazione degli eletti e la convocazione del primo consiglio regionale (Leggi anche: #ElezioniToscana: ufficiale ecco tutti gli eletti. Prima seduta del consiglio il 25 giugno)

di questa nuovo mandato in regione si delineano i ruoli chiavi del prossimo governo guidato da Enrico Rossi.

Il presidente riconfermato dalle urne il 31 maggio si presenterà davanti al consiglio il prossimo 25 giugno. Entro domenica scioglierà le ultime riserve sulla sua giunta, ma già ci sarebbe una certezza. Leonardo Marras, unico rappresentante della provincia di Grosseto a Firenze, non farà parte della squadra di Rossi, ma sarà eletto capogruppo del Partito democratico in consiglio regionale. Guiderà così la maggioranza monocolore dei democratici in regione, un ruolo molto delicato visto che il Pd ha non solo il gruppo più numeroso dell’assemblea, ma soprattutto perché il capogruppo sarà il riferimento per tutti i lavori del consiglio.

Una decisione che sarebbe stata presa in accordo tra il governatore Rossi e il segretario regionale del Pd Dario Parrini e che esclude, a questo punto, l’eventuale ingresso di Valentina Culicchi in consiglio. Marras rimarrà dunque l’unico “maremmano” in regione. Nel caso in cui fosse stato scelto come assessore avrebbe liberato un posto in consiglio facendo entrare la prima dei non eletti, Valentina Culicchi.

Per l’ufficialità si dovrà attendere ancora qualche giorno. A differenza della giunta infatti che viene nominata direttamente dal presidente, il capogruppo deve essere scelto dal gruppo consiliare del Pd e presentato nel primo consiglio, quello del 25.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.