Il Clorofilla film festival al Cassero si apre con “Vergine giurata”

GROSSETO – La storia di Hana è la storia di una donna che sacrifica la sua femminilità per essere libera, e poi sacrifica il proprio onore per tornare a essere donna. Senza mai azzerare il suo cuore. Questa la trama del libro “Vergine giurata” della scrittrice e giornalista albanese Elvira Dones che diventa magistralmente film grazie alla regista Laura Bispuri e all’interprete principale che dà il volto ad Hana, Alba Rohrwacher.

Il film “Vergine giurata” apre ufficialmente domenica 14 giugno alle 21,45 le proiezioni del Clorofilla Film Festival dopo la mancata proiezione domenica scorsa del primo film in programma, “The Repairman”, a causa del maltempo. Il film “The Repairman” sarà comunque riprogrammato nelle prossime settimane.

“Vergine giurata” di Laura Bispuri è una delle opere prime più applaudite della stagione. Unico film a rappresentare l’Italia a Berlino, in corsa per Nastri d’argento e Globo d’oro della Stampa Estera, il lavoro della Bispuri ha fatto anche il giro del mondo tra premi vinti al Tribeca Film Festival e a San Francisco. Girato tra l’Albania e Bolzano e interpretato da Alba Rohrwacher, è liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Elvira Dones (Feltrinelli 2007) e racconta la storia di Hana, una bambina che cresce sulle montagne albanesi, dove vige una cultura arcaica, maschilista, basata sull’onore, che non riconosce alle donne alcuna libertà; padri, fratelli e mariti hanno su figlie, sorelle e mogli un vero e proprio potere di vita e di morte. Per sfuggire al suo destino Hana si appella proprio alla legge della sua terra, il Kanun: giura di rimanere vergine, prende il nome di Marc e si fa uomo, ottenendo così gli stessi diritti dei maschi, ma rinunciando alla sua femminilità e ad ogni forma di amore. Un rifiuto che diventerà la sua prigione. Ma qualcosa di vivo si agita sotto alle nuove vesti e questo sarà l’inizio di un viaggio a lungo rimandato.

Clorofilla Film Festival è il festival dedicato alla migliore linfa del cinema contemporaneo e promosso da Legambiente all’interno del progetto Muramonamour al Cassero Senese di Grosseto. Nelle prossime settimane le proiezioni del Clorofilla Film Festival oltre che nel capoluogo maremmano saranno anche a Carloforte in Sardegna all’interno del Posidonia Festival, poi a Ostuni (Brindisi), ad Alpignano (Torino) e a Festambiente a Rispescia nel Parco della Maremma dal 7 al 16 agosto.

Ingresso al film 5 euro con possibilità di sottoscrivere in biglietteria abbonamenti ad hoc per l’intera stagione di Muramonamour. I cancelli del Cassero aprono come sempre già alle 19 con il punto ristoro e bar dove quest’anno si può gustare anche la pizza sfornata dalle Officucine Doppio Zero. Info www.muramonamour.com e pagina Facebook Muramonamour.

Commenti