Triathlon: Irontour dell’Elba positivo per la squadra grossetana

ISOLA D’ELBA – I posti magnifici dell’Isola d’Elba hanno accolto l’inizio dell’Irontour di Triathlon con una tappa spettacolare, che si snodava tra le località di Lacona, dove si e svolta la prima frazione di nuoto di Km. 0,750 nelle sue acque cristalline, arrivando poi a Naregno passando da Capoliveri con una ascesa tanto impegnativa per quanto scenografica di circa 20 chilometri da fare tutta d’un fiato in bicicletta, per concludersi con la terza frazione, quella podistica, durissima mista tra asfalto e sterrato con mulattiere che portavano gli atleti quasi a camminare.

 

Presenti in gran numero gli atleti del Triathlon Grosseto A.s.d.  e col sorriso sulle labbra si sono cimentati in questa competizione insieme ad altri 100 triathleti arrivati da ogni parte dello stivale ed anche da oltre confine. La parte agonistica ha visto Riccardo Casini imporsi sulla pattuglia grossetana, collocandosi  12° assoluto  e 3° di categoria, subito dietro Alessio Senesi 15 Ass. e anche lui 3 di Cat.  A pochi minuti Michelangelo Biondi 23° assoluto e per una sola posizione fuori dal podio di categoria. Attardati di qualche minuto, arrivava Giovanni Polidori (Cioni) 66° assoluto., che precedeva di pochissimi secondi superandolo nel finale il compagno di squadra Alessandro Arazzi, 68° assoluto.

Chiudeva la nutrita pattuglia maremmana Irio Caprini che col la sua 74^ posizione assoluta compie un miglioramento di tutto rispetto nel nuoto e come sempre dando il meglio di se nella parte ciclistica. C’erano anche le quote rosa alla gara ed anche loro hanno fatto la loro parte conCristina Effalli che si posizionava 16^ assoluto sfiorando il podio di categoria. Ultima classificata una grande Laila Gorrieri che era al debutto nella triplice disciplina, e che per tutta la gara è stata sostenuta dai compagni di squadra che l’hanno incitata e spronata, e lei ha ripagato e ringraziato tutti con il suo sorriso quando tagliava il traguardo, stanca ma felice per questa sua prima gara che segna solo l’inizio di un grande e lungo percorso agonistico sicuramente ricco di soddisfazioni.

Commenti