Quantcast

La loggia massonica di Grosseto compie 150 anni: è la più antica della Maremma

Più informazioni su

GROSSETO – Si è celebrato nei giorni scorsi il 150° anniversario della Loggia Massonica Ombrone all’Oriente di Grosseto, la più antica Loggia maremmana appartenente alla Massoneria Universale del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani.

Alla presenza del Gran Maestro del G.O.I. Stefano Bisi si sono riuniti numerosi massoni provenienti dalla diverse Logge grossetane e da quelle agli Orienti di Massa Marittima, Follonica, Giuncarico e Orbetello, oltre alle massime rappresentanze del collegio circoscrizionale della Toscana e di numerose Logge della Toscana a del Lazio.

Storia:

«La Loggia Ombrone – raccontano – vide la sua costituzione il primo marzo 1861. Si tratta della prima Loggia massonica costituita nella provincia di Grosseto, per molti anni rimasta l’unica a sovrintendere la presenza libero muratoria nel territorio maremmano, anche mediante la promozione di Triangoli agli Orienti di Arcidosso, Castiglione della Pescaia, Follonica, Magliano in Toscana, Manciano, Orbetello, Roccastrada, Scansano, Scarlino, ad eccezione dell’area delle Colline Metallifere dove la tradizione massonica si radicò fortemente pochi anni dopo la nascita dell’Ombrone, con la fondazione della Loggia Vetulonia n.123 all’Oriente di Massa Marittima, avvenuta nel Giugno 1875».

«L’Ombrone venne riaperta nel 1894 grazie alla ferma volontà di Ettore Socci, deputato eletto nel collegio di Grosseto ed affiliato ad una Loggia all’Oriente di Roma, che molto si prodigherà per la sua riattivazione – prosegue la nota -. Tra le varie azioni promosse verso l’esterno, si ricorda l’istituzione dell’Orfanotrofio Garibaldi, tenacemente voluto e condotto da Nello Tognetti ed assurto a simbolo della concreta attività umanitaria svolta dalla Massoneria maremmana; la fondazione del gruppo dei Giovani Esploratori Italiani (Boy Scouts d’Italia) di cui sempre Tognetti si fece promotore, oltre alle varie e numerose attività di beneficenza promosse fino ai giorni nostri, svolte spesso in modo anonimo secondo i principi di riservatezza propri dalla Massoneria.

Secondo tradizione, anche in occasione del 150° anniversario la Loggia Ombrone ha donato 10 sedie a rotelle al COESO, società della salute che eroga servizi sociali per i cittadini residenti nell’area grossetana, distribuite alla Casa di Riposo Ferrucci e al centro diurno per disabili il Girasole».

Più informazioni su

Commenti