Mostra la Rocca: sei settimane di eventi, arte cultura

mostra_la_rocca_2012_1

ROCCATEDERIGHI – Torna a Roccatederighi “Mostra la rocca” la rassegna di arti e culture che si svolge ogni anno a Roccatederighi dal 13 giugno al 26 luglio.

Sabato 13 Giugno

Centro Civico ore 17.30 – Inaugurazione della Mostra.

– In ricordo di Gordon Moran, grande storico dell’arte e grande amico di Roccatederighi, cerimonia di consegna di una targa commemorativa alla moglie Lucia Monaci e alla figlia Laura.

– A zonzo per RoccaVecchia con la Bandanimata Brass Band alla scoperta delle opere d’arte.

Piazzetta Senesi ore 19.00

Fine passeggiata con buffet finale.

Eventi permanenti dal 13 Giugno al 26 Luglio

Percorso di scultura (Centro Storico) Ugo Antinori, Fuad Aziz, Johnny Cass, Giacomo Del Giudice, Marina des Tombe, Emo Formichi, Vittoria Marziari, Carlotta Parisi, Andrea Roggi, Piero Sbarluzzi, Maurizio Signorini.

Installazioni tecniche miste (Centro Storico) Simone Azzurrini, Luciano Durante, Barbara Meyer, Marco Nones, Giampaolo Osele.

ART CONTEST 2015 (Concorso internazionale indetto da Mostra La Rocca) Anna Benedetto, Giacomo Bettega Jah, Cecilia Brogi, Christian Brogi, Veronica Finucci, Carmela Lorusso, Giulia Tondelli.

ARK CONTEST 2015 Roccatederighi anno 3000 (Concorso internazionale indetto da Mostra La Rocca) Andelja Brankovic, Leonardo Brilli, Mirko Dadich, Paolo Del Grande, Jonathan Robert Maj, Lorenzo

Nicolas, Oks Architetti (Eugenio Salvetti – Luca Scollo – Giorgio Marzullo – Visnja Susak – Niccolò Battilana), Aleksandar Pavlović, Stanley Russell.

Mostra di pittura Dante Razzino (Centro Civico)

Sabato 27 Giugno Centro Civico ore 21.00 Benedizione e posa di una corona di fiori alla lapide che ricorda i caduti Rocchigiani nella Prima Guerra Mondiale. Silenzio d’ordinanza. Inno di Mameli. ore 21.30 Oltre i confini. I Rocchigiani sul fronte della Prima Guerra Mondiale. Ricerca storica a cura di Riccardo Baldanzi. Nel corso della serata: Canti di guerra e “O Gorizia tu sei maledetta”.

Nella ricorrenza del centenario della guerra-carneficina che sconvolse l’Europa di inizio Novecento, la nostra memoria e la nostra pietà vanno a tutte le vittime, di qualunque nazionalità fossero e su qualunque fronte combattessero, e, con loro, a tutti i Rocchigiani –poveri padri di famiglia e poveri figli di questa terra- a cui quel massacro tolse la vita.

Domenica 28 Giugno Chiesa di San Martino ore 21.30

Concerto: Musical…mente altrove Coro dei Concordi – Roccastrada – dir. Maestro Alessio Pagliai

Orchestra d’archi Haendel – Piombino – dir. Maestro Christine Angele Un concerto-spettacolo variegato che farà fare all’ascoltatore il giro del mondo attraverso la magia del suono capace di portare… altrove! La fusione delle voci con la melodia dei violini, indirizzerà il viaggio musicale verso i brani classici e coinvolgenti del Musical e le colonne sonore del cinema, in un crescendo che culminerà con il medley di “Les Miserables”. Coro dei Concordi Roccastrada Nasce nel 1993 ed è oggi composto da 33 voci con una grandissima passione per il canto. Ha in repertorio oltre 130 brani e si è esibito in più di 300 concerti in Italia e in Europa. Dal 2006, con l’avvento del Maestro Pagliai alla direzione, nato a Grosseto nel 1983 e diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso, il Coro si perfeziona ulteriormente.

Orchestra G. F. Haendel Piombino

L’orchestra da camera G. F. Haendel di Piombino si è formata nel 1989 sotto la guida del Maestro Enzo Gambardella. Da sempre costituita da professionisti e studenti di musica, dal 2008 la direzione è stata affidata al Maestro Christine Angele, già direttore della Corale P. Mascagni di Piombino.

Sabato 4 Luglio Chiesa di San Martino ore 21.30

Concerto: Altrove – dalle Elegie Duinesi di Rainer Maria Rilke, per due viole, pianoforte e voce recitante. Musica di Claudio Valenti – Antonello Mendolia, voce recitante Beatrice Pucciani, pianoforte – Claudio Valenti, viola – Tommaso Valenti, viola Rainer Maria Rilke, uno dei più grandi poeti europei del Novecento (1875-1926) compose le dieci Elegie Duinesi, il suo capolavoro poetico, uno dei massimi capolavori letterari del Novecento, nell’arco di dieci anni: tra il 1912 e il 1922, nel pieno del momento di crisi e di frattura della modernità, segnata dal disastro della prima guerra mondiale. Le Elegie Duinesi nascono da un lamento esistenziale e psicologico che trae origine dall’esperienza dell’inconsistenza della vita umana.

A questa situazione di emergenza spirituale il poeta trova rimedio solo nello spazio della poesia: nel vuoto della disperata povertà spirituale dell’individuo tardo borghese, la poesia in Rilke si fa carico dell’esigenza di restituire senso, sia pure in un breve lampo, all’esistenza. La musica di Claudio Valenti, composta in esclusiva per questo evento, è un’occasione unica per entrare nel meraviglioso mondo poetico di Rilke.

Claudio Valenti

Affermato e stimato compositore e interprete contemporaneo, Claudio Valenti è titolare della cattedra di viola e composizione al Conservatorio Luigi Boccherini di Lucca. Caratteristica della sua personalità musicale la teoria e pratica compositiva fondata sul frammento e l’improvvisazione creativa.

Antonello Mendolia

Attore e regista. Ha lavorato con prestigiose istituzioni teatrali ed universitarie nazionali e internazionali. Da anni conduce, in collaborazione con musicisti contemporanei, una ricerca sulla voce negli ambiti della parola poetica.

Domenica 5 Luglio Piazzetta dell’Incrociata – Sagrato della Chiesa di San Martino ore 18.00

Oltre i tetti della Rocca, performance a cura di Slackline Italia Con Sirio Izzo e Giacomo Becchetti Lo slacklining è uno sport, o una disciplina, che parte dallo stare in equilibrio su una fettuccia tesa. All’inizio è molto difficile rimanere in equilibrio su di una fettuccia… poi con il movimento delle braccia, tanta concentrazione ed un po’ di pratica, si impara a controllare l’oscillazione e rimanere in equilibrio. Un piede dopo l’altro si comincia tentando di percorrere l’intera lunghezza della fettuccia. Man mano che si raggiunge il centro, le difficoltà aumentano… Sirio e Giacomo tenderanno le loro corde sulla sommità dei massi che incorniciano il panorama della Rocca e attraverseranno quegli spazi di cielo da un versante all’altro sospesi nel vuoto mentre noi… sospenderemo il fiato. Un’emozione da non perdere…

Sabato 11 Luglio Chiesa di San Martino ore 21.30

Concerto con Jazz Duo: Let your voice dance Elisabetta Guido, voce – Danilo Tarso, pianoforte

Un duo d’eccezione: una delle voci jazz femminili più quotate nel panorama nazionale ed un giovanissimo talento del pianoforte jazz. Insieme portano alla Rocca lo spettacolo Let your voice dance, dal titolo di un cd omonimo della Guido, che ha riscosso grande successo fra gli appassionati del genere. I brani prescelti sono fra i più belli e virtuosistici del repertorio jazz moderno e contemporaneo.

Elisabetta Guido è docente di Canto jazz presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce. E’ diplomata in pianoforte e canto ed è laureata in Giurisprudenza. E’ una vocalist eclettica che spazia dal jazz alla lirica e dirige il noto Coro gospel “A. M. Family”. Danilo Tarso, 22 anni, è uno dei più giovani talenti jazzistici sul territorio nazionale. Nato a Taranto è diplomato in pianoforte presso l’Istituto Musicale “G. Paisiello” con il massimo dei voti.

Domenica 12 Luglio Sagrato della Chiesa di San Martino ore 18.00

L’equilibrio oltre la statica, performance di Stone Balancing di Maurizio Signorini Lo Stone Balancing (pietre in equilibrio) è una disciplina sospesa tra arte e pratica spirituale. Si tratta di porre in equilibrio precario, uno sull’altro, sassi di varie forme e grandezze senza alcun supporto oltre quello offerto dalle superfici delle pietre e dalla forza di gravità. Lo Stone Balancing ha una stretta relazione con la meditazione Zen in quanto pratica di “svuotamento” della mente. Chi pratica questa disciplina non impone alla pietra la propria forma mentale ma, con grande umiltà, pone se stesso al livello della pietra per “comprenderla” dall’interno ed esaltarla nella sua unicità e integrità in una composizione precaria e unica, come la nostra esistenza. Maurizio Signorini, livornese, pratica lo Stone Balancing da anni. La sua è passione e gioco ma allo stesso tempo pratica mentale e spirituale. Seguire con lo sguardo Maurizio durante una sua performance è un’esperienza straordinaria: la sua ricerca dell’equilibrio riconduce a una dimensione in cui spirito e materia entrano in contatto nel modo più puro che sia possibile sperimentare direttamente. Solo due parole vengono alla bocca: magia e poesia.

Sabato 18 Luglio Piazzetta Senesi ore 16.30

Convegno su Spopolamento ed abbandono dei centri storici minori. Analisi del fenomeno, esperienze, azioni ed idee per una soluzione partecipata. Con la partecipazione di architetti, sociologi, amministratori pubblici e portatori di esperienze concrete sul tema. Qual è il destino della miriade di piccoli centri storici come Roccatederighi? I numeri della demografia parlano chiaro: lo spopolamento e l’abbandono sono in atto da decenni e sembrano inarrestabili. I piccoli centri si trasformano sempre più rapidamente in paesi fantasma e sembrano animarsi di una vita fugace ed effimera solo durante il periodo estivo. Quali sono le cause, sociali, economiche, antropologico culturali, forse anche politiche, di questo fenomeno? Dove porta la trasformazione in corso? Quali saranno le sue conseguenze estreme? Ed è possibile arrestare un cambiamento che sembra epocale?

Domenica 19 Luglio Piazza Garibaldi ore 21.30 Concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi di Roccatederighi (GR). Dai Massi della Rocca si vede il mare… Nata nel 1877 ad opera di alcuni minatori della locale miniera di rame del Fossato, la Filarmonica di Roccatederighi divenne fin da subito una delle migliori bande della Maremma. Oggi la Filarmonica è una delle poche rimaste sull’intero territorio provinciale, assolvendo ad una funzione sociale di grande rilevanza e spessore culturale.

Sabato 25 Luglio Piazzetta Senesi ore 21.30 Concerto jazz: Oltre il cielo della Rocca. Con: Stefano “Cocco” Cantini, sax – Roberto Gatto, percussioni – Giulio Stracciati, chitarra – Ares Tavolazzi, contrabbasso Quattro solisti jazz di fama internazionale, quattro giganti della musica, riuniti sotto il cielo notturno della Rocca in una performance musicale unica dedicata al nostro paese e al mondo intero. Un evento assolutamente da non perdere!

Domenica 26 Luglio Piazzetta Senesi ore 20.00 Cena Finale a cui parteciperanno anche gli artisti. (Prenotazione 0564 567244).

Visite guidate gratuite a cura delle guide turistiche di Maremma in bici. Oltre l’immagine – Visita alla mostra – Sabato 27 Giugno – Sabato 25 Luglio

Dentro il paese – Visita alla storia e all’architettura medievale – Sabato 4 Luglio Oltre il paese – Le miniere del territorio – Sabato 11 Luglio (solo su prenotazione e con auto propria) Partenza visite: ore 17.30 Piazza Della Croce c/o Maremma in bici. Info e prenotazioni: 0564 569660 (Riccardo e Mariella) Mail: info@maremmainbici.it

Al termine di ogni serata:

Degustazione di vini Azienda Agricola Ampeleia di Roccatederighi (GR) – 0564 567155 – www.ampeleia.itinfo@ampeleia.it Buffet offerti dalle donne di Mostra La Rocca. Informazioni: Ufficio Turistico ProLoco Roccatederighi (GR) 0564 567244 www.mostralarocca.it

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI