Quantcast

Come insegnare ai giovani ad essere cittadini: ultimo evento del progetto “Sentinelle della legalità”

GROSSETO – Si è svolto presso l’aula magna dell’Università a Grosseto l’evento finale del progetto “Sentinelle, attivo da sei anni in diverse regioni fra cui la Toscana. “I Giovani, Sentinelle della legalità” è un percorso educativo ideato dalla Fondazione Antonino Caponnetto che si rivolge agli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Il progetto è realizzato in collaborazione con la Regione Toscana ed in attuazione dei protocolli d’intesa sottoscritti con Ministero della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca ed ANCI.

Il percorso di educazione alla legalità mira a insegnare i valori contenuti nella Carta Costituzionale rendendo i giovani cittadini consapevoli e responsabili, attori nelle scelte amministrative che riguardano il loro territorio di appartenenza. Durante il percorso annuale gli studenti si confrontano con le Amministrazioni comunali, provinciali, regionali, nazionali. Ad ogni step l’istituzione coinvolta ospita i propri giovani cittadini per una discussione intorno alle tematiche studiate dai ragazzi.

Nella provincia di Grosseto le scuole partecipanti sono: IISS Bianciardi, Liceo Artistico, I.C. Alighieri, I.C. Grosseto 3, I.C. Don Milani, I.C. Leopoldo di Lorena sapientemente guidati dalle insegnanti: Laura Ciampini, Michela Maggi, Alessandra Tonelli, Sonia Boni, Beatrice Piersanti, Loredana Delia.

I temi scelti affrontati hanno riguardato: gioco d’azzardo e criminalità organizzata, modelli positivi nella lotta alla mafia, crescere nella legalità, smaltimento rifiuti e raccolta differenziata,
A.A.A. Cercasi nuovo edificio scolastico… disperatamente! Le Amministrazioni Comunali coinvolte: Provincia di Grosseto, Comune di Grosseto, Comune di Orbetello, Comune di Roccastrada.

A coordinare l’incontro i rappresentanti della Fondazione Caponnetto, Sergio Tamborrino e Marina Biagiotti.

Commenti