Quantcast

Sicurezza: Gavorrano a confronto. Appello per più controlli e parte la vigilanza con i volontari foto

di Daniele Reali

BAGNO DI GAVORRANO – La rapina al supermercato Coop di qualche giorno fa, è stata soltanto uno degli ultimi episodi di criminalità registrati a Gavorrano dove la popolazione, dopo una serie di furti nelle abitazioni, è ormai esasperata. Preoccupazione che è venuta fuori anche durante l’incontro pubblico promosso dal Centrosinistra Unito per Gavorrano che questo pomeriggio ha chiamato a raccolta i gavorranesi alla casa del Popolo di Bagno.

Un’iniziativa che ha visto la partecipazione del sindaco Elisabetta Iacomelli, della sua giunta e della senatrice Pd Donella Mattesini insieme alla candidata al consiglio regionale per il Pd Valentina Culicchi.

«C’è necessità di confronto e ascolto – ha detto Francesca Mondei, coordinatrice del Centrosinistra Unito – perché comprendiamo la preoccupazione crescente per episodi che riguardano anche il nostro territorio. Per questo abbiamo voluto incontrare i cittadini e affrontare il tema della sicurezza, con la consapevolezza che soltanto con la collaborazione di tutti e con il confronto tra istituzioni, cittadini e forze dell’ordine si possano avere risultati».

Tra gli interventi anche quelli di alcuni residenti che hanno condiviso preoccupazioni e timori. «C’è bisogno di maggiori controlli e della certezza della pena» ha detto un residente di Bagno a cui hanno fatto eco le parole dell’assessore Daniele Tonini. «Comprendiamo le difficoltà della spending review – dice Tonini -, ma da qui lancio l’appello per rivedere a livello provinciale la dislocazione degli uomini delle forze dell’ordine».

Intanto, in attesa dell’arrivo di quattro nuovi agenti di Polizia Municiaple, che saranno operativi nel periodo estivo, il sindaco Iacomelli ha annunciato che grazie al Patto per la sicurezza, a cui Gavorrano ha aderito, ci sarà un confronto periodico con la prefettura per monitorare costantemente la situazione che riguarda sicurezza e controllo del territorio. Inoltre nei prossimi mesi l’obiettivo è attivare almeno dieci telecamere sul territorio, mentre proprio in questi giorni al parco di Bagno i volontari dell’Auser garantiranno anche una sorta di servizio di vigilanza nelle ore diurne.

Commenti