Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal tour nei poderi alla festa sotto gli ulivi, a Braccagni torna la tradizione dei maggerini foto

di Giuliq Carri

BRACCAGNI – “Si sveglia la Maremma/ i boschi e i prati in fiori/ ritornano del Maggio i bei cantori” così inizia il testo del nuovo Maggio scritto da Francesco Cellini, poeta estemporaneo, che la squadra di Braccagni canterà in giro per la campagna nella notte fra il 30 aprile e il 1 maggio, portando di podere in podere l’albero di alloro addobbato di fiori e simbolo dell’abbondanza, di augurio per il prossimo raccolto.

Nel pomeriggio del 1° maggio l’appuntamento è fissato, come ormai da 25 anni, tra gli olivi degli Usi Civici ai piedi della collina di Montepescali, in località San Rocchino, dove squadre di maggerini, poeti estemporanei, cantastorie e menestrelli si danno convegno a partire dalle ore 14.

Saranno presenti i più autentici interpreti della cultura e tradizione popolare maremmana e Toscana, rappresentati da: Amici del Parco, Briganti di Maremma, Libere Donne di Magliano, Ottava Zona, Coro degli Etruschi, Son Gigliese e Canto, Torelli, Menestrulli di Pancole, Olmini, I vagabondi della Marsiliana, Pettirossi, Rosolacci ed altri; vari poeti estemporanei: Alessandro e Francesco Cellini, Enrico Rustici, Donato De Acutis, Marco Betti, Francesco Burroni, Pietro Pimpinelli, Giocondo Storai; e la partecipazione di Mauro Chechi e Lisetta Luchini. Da Lucca i menestrelli Pietro Lino Grandi e Gildo de’ Fantardi, oltre al gradito ritorno di un amico del Maggio di Braccagni che già avevamo annunciato lo scorso anno, da Reggio Calabria, l’artista Giuseppe Mandica.

La manifestazione è organizzata dal Gruppo Tradizioni Popolari “Galli Silvestro” di Braccagni, con il Patrocinio del Comune di Grosseto e la collaborazione di Banca della Maremma, Consorzio Produttori Latte Maremma, Le Chiantigiane, Oleificio OL.MA. e Azienda Agricola Serrata Lunga – Riso Maremma.

Come ogni anno immancabile la merenda a base di baccelli e formaggio, salsiccia alla brace e panini. L’ingresso e la merenda sono ad offerta.

In occasione della Festa del Maggio uscirà «La Sentinella del Braccagni», rivista di tradizioni popolari e vita di paese edita dal Gruppo Tradizioni Popolari. In questo numero: “Poderizzazione” di Maurilio Boni (Presidente del Gruppo), “Quattro chiacchiere … in padella” di P. Pisani, “Poetando Maggio” di M. Ciani, “Angolo del libro” di C. Barontini, “Ciclo passeggiata della memoria” di C. Pellegrino, “Un secolo Felice di fotografia” di E. Galli e C. Longobardi e le ricette maremmane a cura di Donatella Cittadini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.