Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Petizione per la ZTL sulla maremmana, già 70 firme raccolte

Più informazioni su

di Sabino Zuppa

ALBINIA – E’ bastato solamente che si spargesse un po’ la voce per raccogliere una settantina di firme, in pochi minuti, a favore della petizione sulla mobilità sostenibile lungo la strada Maremmana di Albinia. Era già nell’aria da qualche giorno, ma adesso il gruppo di cittadini che si è reso promotore di questa iniziativa ha ufficializzato le sue intenzioni con l’invito, a qualsiasi abitante della frazione che sia interessato, a firmare per una via centrale senza i parcheggi e con una forma particolare di ZTL.

«I recenti lavori lungo la strada Maremmana restituiscono a noi cittadini, dopo anni di degrado, un luogo piacevolmente recuperato – spiegano due rappresentanti del gruppo, Valentina Mazzarelli e Cristina Comandi – si è passati da una strada trafficata e pericolosa, senza marciapiedi e con il fondo sconnesso, ad un viale gradevole dove finalmente è possibile passeggiare in tutta sicurezza. Da qui l’idea di una raccolta di firme che chieda ai cittadini il loro parere su alcuni punti che riteniamo debbano essere anche oggetto di valutazione da parte della amministrazione pubblica, che ha il compito di conciliare le esigenze di tutti. E nonostante ci auspichiamo che il tratto pavimentato della via Maremmana diventi un’area pedonale, vista la riluttanza di chi teme effetti negativi sulle attività commerciali, invitiamo i cittadini ad esprimersi a sostegno di una proposta di “mediazione” che regolamenti il traffico prevedendo orari di interdizione e divieti la sosta, prevedendo soltanto alcune aree di carico e scarico e di sosta per disabili in posizioni strategiche, vista anche l’intenzione palesata dall’amministrazione comunale di sistemare le due zone di parcheggio nella piazza antistante la chiesa e di quella adiacente la scuola materna».

«L’auspicio è che la comunità di residenti e ospiti sperimenti un altro modo di vivere la via Maremmana – concludono loro – che da un lato stimoli la socialità e dall’altro permetta anche di apprezzare l’offerta commerciale locale, talvolta sottovalutata anche in virtù di un passaggio mordi e fuggi. Se, come crediamo, con queste ipotesi avremo più persone a vivere la Maremmana, allora cadranno anche le resistenze ad una sua definitiva pedonalizzazione». Chi vorrà aderire potrà recarsi presso l’agenzia Aemme immobiliare in via De Witt, che gentilmente si è offerta di ospitare l’iniziativa insieme al Caffè Charlotte sulla Maremmana. Oppure anche venerdì in piazza delle Regioni in occasione del mercato settimanale.

Questi i punti della petizione
A) divieto di parcheggio, consentita solo la fermata per il carico e scarico;
B) previsione di area sosta per disabili nei pressi di farmacia, istituto di credito, studi medici;
C) restrizioni all’accesso veicolare, ad eccezione dei residenti, nei seguenti giorni e nelle seguenti fasce orarie:
1) interdetto il sabato e i mesi estivi dalle ore 18 alle ore 24.
2) domenica e festività accesso consentito ai veicoli solo nei seguenti orari 24-10 e 14-16

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.