“Dalla pietre al digitale” per coltivare la memoria. Seconda giornata del Festival Resistente

Più informazioni su

GROSSETO – La seconda giornata del Festival Resistente al Cassero Senese di Grosseto, inizia con una serie di iniziative a cura dell’ISGREC – Istituto Storico Grossetano della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Per il progetto “Cantieri della memoria. Dalle pietre al digitale – Adotta un monumento” al Palazzo del Comune di Grosseto si svolgerà dalle 10.00 la visita guidata, a cura di Luciana Rocchi, al bassorilievo, opera di Tolomeo Faccendi, che ricorda i deportati politici da Grosseto: Albo Bellucci, Tullio Mazzoncini e Giuseppe Scopetani. La visita coinvolge una classe del Liceo Artistico (Polo Bianciardi) di Grosseto che “adotta il monumento” con l’insegnante Marcella Parisi.

Programma del 24 aprile:  Alle 16.00 al Cassero la festa dei soci ISGREC e alle 17.30 l’inaugurazione della Mostra “Le carte di Siro Rosi sovversivo” con i documenti donati dalla famiglia all’ISGREC.

Si prosegue alle ore 18.00 con la presentazione del progetto “Cantieri della memoria. Dalle pietre al digitale” e la partecipazione delle associazioni La Martinella, Circolo Arci “Associazione Festival Resistente”, Donne di Magliano, ISGREC, Guru@Work, ANPI Comitato provinciale di Grosseto “Norma Parenti”, Arci Manciano, Fiab-Grossetociclabile. Il progetto finanziato dal CESVOT è stato pensato per la scuola e per conosce superficialmente la storia della Resistenza e della deportazione politica e razziale dell’ultimo periodo della II guerra mondiale. Intervengono: Emilio Bonifazi, sindaco Comune di Grosseto, Francesca Chiavacci, presidente Nazionale Arci, Giovanna Stellini, assessore Cultura Comune di Grosseto, e i rappresentanti delle associazioni capofila del progetto.

Alle 19.30 l’inaugurazione della mostra “… Nel cuore del futuro” di Alessio Duranti.

Gli spettacoli iniziano alle 21.30 con la performance teatrale di Andrea Lanzini e Carlo Sciannameo che racconteranno attraverso brani originali la loro interpretazione della Resistenza.

A seguire (ore 22.15) il concerto dei Khorakhanè. Il loro sound deriva da una frammentazione di stili diversi, ma è soprattutto la grande forza creativa che compatta il gruppo e permette loro di comporre brani difficilmente collocabili o ascrivibili ad un unico genere.

In chiusura altro concerto con (ore 23.30) Il Pan del Diavolo, duo Folk /Rock’n’Roll formato da Pietro Alessandro Alosi (chitarra, grancassa e voce) e Gianluca Bartolo (chitarra e voce). L’America, il Mediterraneo, il sud, il folk e il blues, l’amore passionale, la rabbia sociale, la gioia di lasciarsi andare e di fare la propria parte si mischiano nel loro sound e nei loro testi, tutto avvolto da un ritmo incalzante. Dopo il loro LP d’esordio “Sono all’Osso” e il secondo album “Piombo Polvere e Carbone”, esce nel 2014 il loro terzo album “FolkRockaBoom” che dà il nome al tour.

Le ultime musiche della serata sono affidate al dj set di Mirko Gallara.

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito. In caso di pioggia i concerti si svolgeranno al circolo Arci Khorakhané.

La XVII edizione del Festival Resistente è realizzata con il contributo della Regione Toscana, in collaborazione con ISGREC, ANPI Comitato provinciale ‘Norma Parenti’ di Grosseto, ANPI Sezione ‘Elvio Palazzoli’ di Grosseto, ARCI Comitato provinciale di Grosseto e Rete degli Studenti Medi Grosseto, con il patrocinio della Provincia di Grosseto e la co-organizzazione del Comune di Grosseto.

Il Festival Resistente si svolge inoltre sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Info e programma completo: Associazione Festival Resistente – Grosseto – via Ravel n. 15

tel. 333-4949539 – 0564-417751 e-mail: info@festivalresistente.it  – www.festivalresistente.it ; facebook: Festivalresistente Arci –

 

Più informazioni su

Commenti