Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A 70 anni dalla Liberazione tutti gli eventi in Maremma per celebrare il 25 aprile

GROSSETO – “L’Italia è libera, l’Italia risorgerà”. Così “il Popolo” titolava la sua edizione per celebrare la ritrovata libertà dal nazifascismo. A 70 anni da quella storica data, in Maremma sono tanti i Comuni, ma anche le associazioni, che organizzano eventi per commemorare la liberazione.

La sezione ANPI “Elvio Palazzoli” di Grosseto per il 70° anniversario della Liberazione dal nazi-fascismo invita «tutti le cittadine e i cittadini, i lavoratori, gli studenti, gli iscritti e i simpatizzanti ad essere in piazza per almeno due buone ragioni. Ribadire a distanza di 70 anni l’attualità della lotta partigiana e della Resistenza, di coloro che insieme alla stragrande maggioranza del popolo italiano versarono il proprio sangue per conquistare la democrazia e la libertà e dare a tutti noi cittadini italiani un orizzonte di giustizia sociale. Su questi valori è stata scritta la Costituzione Italiana e fondata la nostra Repubblica».

«Dire chiaro che allora come ora contro il regime fascista delle leggi razziali e contro il nazismo suo alleato, il quale produsse il più grande genocidio della storia umana, il razzismo è il fondamento di ogni regime autoritario – prosegue Anpi -. Di fronte a quanto sta succedendo nel canale di Sicilia una comanda fa appello alle coscienze di tutti: che differenza fa tra essere soffocati nelle camere a gas dei lager nazisti e morire annegati in mare abbandonati dall’indifferenza e dall’odio razziale? Scendiamo in piazza per sostenere attivamente i valori democratici e antifascisti della nostra Costituzione».

GavorranoGiovedì 23 ultimo di quattro incontri organizzati dalla coalizione del “Centrosinistra Gavorrano Bene Comune”. Dalle 17 testimonianze, letture, musica e cibo. Nedo Bianchini presenterà il suo racconto “Mafalda e la siepe di ginestre”. Alla giornata parteciperanno RadioMaremmaRossa, l’Anpi, Riccardo Nucci e la sua musica. Tutto si concluderà con la “Cena partigiana” per rievocare, anche attraverso il cibo i momenti difficili del tempo di guerra.

GrossetoGiovedì 23 e venerdì 24 Festival Resistente: il programma QUI

Il 24 aprile alle ore 17 nella sede della Fondazione Bianciradi per i “Dialoghi letterari per la Liberazione”, il professor Giorgio Patrizi presenta il suo lavoro su Gadda: per la prima volta, in una monografia, si ricostruisce l’intero percorso umano e intellettuale di Gadda

Monterotondo MarittimoVenerdì 24 aprile ore 21.15 Teatro del Ciliegio lo spettacolo NORMA la storia lirica di un’anima libera. In memoria della partigiana Norma Parenti Medeglia d’Oro al Valor Militare

Pitigliano – L’Istituto di Istruzione Superiore Umberto I°di Pitigliano, in collaborazione con Il Comune organizza per il 24 aprile 2015 alle ore 9,30 presso il Teatro Salvini, un momento di riflessione e studio sul “25 aprile”, Festa della Liberazione. Al termine del dibattito verrà proiettato il film “L’uomo che verrà” che ripercorre con immagini inedite e drammatiche la strage di Marzabotto-Montesole, dove oltre mille persone furono trucidate dell’esercito nazista.

Gli eventi successivi sono tutti nella giornata di sabato 25 aprile:

Grosseto – ore 09.00: funzione religiosa e deposizione della corona presso il Cimitero di Sterpeto; ore 10.00: deposizione della corona al Monumento presso la Cittadella degli Studi; ore 10.15: deposizione della corona al Monumento di Piazza della Libertà; ore 10.45: corteo da Piazza De Maria; ore 11.15: cerimonia militare presso il Parco della Rimembranza; ore 11.45: deposizione della corona alla Lapide presso il Palazzo della Provincia.

Sempre a Grosseto poi è in corso dal 23 aprile il Festival Resistente tra musica dibattiti e gastronomia. Per il 25 la giornata sarà particolarmente intensa TUTTO IL PROGRAMMA

La fondazione Bianciardi presenta i “Dialoghi letterari per la Liberazione”. Alle ore 17, nella sala del Museo di storia naturale della Maremma, il professor Paolo Puppa, docente di Storia del teatro all’Università di Venezia, drammaturgo, narratore e poeta, presenta il suo ultimo romanzo “Ca’ Foscari dei dolori”, una storia tra eros, follia e vizi accademici.

Follonica – Ore 10.30 Raduno davanti al Palazzo Comunale Ore 10.45 Corteo per le vie cittadine e deposizione corone presso i monumenti. Ore 11.30 Parco della Rimembranza (Fontetonda): Intervento Autorità Intervento Rappresentante ANPI con la partecipazione della Filarmonica cittadina “G. Puccini”.

Mostra al Casello idraulico “La mi Follonica è libera” 60 pannelli monografici dedicati ai partigiani e a coloro che hanno vissuto “in diretta” i giorni della Resistenza del nostro territorio. La mostra, organizzata dall’Anpi di Follonica, è stata inaugurata il 23 aprile e resterà visitabile sino al 25 (tutti i giorni, ore n16 – 18, ingresso libero). I Festeggiamenti della Liberazione comprenderanno le celebrazioni istituzionali, nella mattinata di sabato 25 aprile, ai monumenti cittadini e al Cippo del Parco della Rimembranza, alla presenza del sindaco, associazioni, cittadini, autorità e della filarmonica Giacomo Puccini. La Festa continuerà e si concluderà nel Giardino del Casello alle ore 17 con la merenda popolare, la musica e i canti della resistenza, per chiunque voglia partecipare.

Gavorrano – Ore 9 deposizione di una corona al monumento ai caduti in piazza XXIV maggio. Ore 9.30 Ravi, deposizione vaso di fiori in memoria di Campori Dante. Ore 9.45 Caldana deposizione vaso di fiori al monumento ai caduti nel parco pubblico. Ore 10.15 Potassa deposizione di una colonna di alloro al cippo del partigiano Flavio Agresti assieme al comune di Scarlino. Ore 10.45 a Giuncarico deposizione di un vaso di fiori al monumento ai caduti. Le celebrazioni proseguiranno a Grosseto dove avverrà la cerimonia provinciale.

Manciano – Manciano è il comune più meridionale della provincia di Grosseto, e fu il primo, il 12 giugno 1944, ad essere liberato dagli americani che si complimentarono per aver trovato proprio qui «il primo gruppo organico e militarmente inquadrato di Patrioti». La mattina del 25 aprile, dalle 11, nel Cimitero di Manciano, verranno omaggiate, con la deposizione di un fiore, le tombe (una cinquantina) dei partigiani e dei caduti nella Resistenza; il pomeriggio, dalle ore 16, al Cinema Moderno, i rappresentanti delle autorità (Marco Galli, sindaco di Manciano, Alessandro Scotto, maresciallo della locale caserma dei Carabinieri, Giuseppe Corlito, rappresentante dell’ANPI provinciale) consegneranno un attestato ai parenti dei partigiani e delle vittime degli eccidi fascisti.

Massa Marittima – Celebrazione per i 70 anni dalla liberazione. Ore 10.00 in Piazza Garibaldi: raduno delle Autorità e della Cittadinanza; Ore 10.30 Partenza per il Parco di Poggio con sosta presso il Parco della Rimembranza; Ore 11.00 nel Parco di Poggio:Deposizione di una corona al Monumento ai Caduti e Intervento commemorativo del Sindaco.  Sarà presente la Banda Cittadina. In caso di pioggia le celebrazioni si terranno al Palazzo dell’Abbondanza.

Montieri – Ore 11 cerimonia commemorativa accompagnata dalla filarmonica Verdi poi aperitivo alla sala comunale. Ore 13 pranzo sociale; ore 15 teatro resistente, “Memorie partigiane” tratte dal libro “la tavola del pane”. A seguire Scimmie cloroformizzate, omaggio a Rino Gaetano. Ore 20 cena sociale a seguire i Licantropi.

Orbetello – Ore 9 cerimonia di commemorazione in piazza Plebiscito ad Orbetello. Ore 10 cerimonia in piazza IV Novembre a Talamone

Scarlino – ore 9,00: Deposizione corona in Piazza Garibaldi e in via Roma a Scarlino; ore 9,15: Deposizione mazzo di fiori alla lapide in loc. Palazzone in memoria di Gabriello Dani; ore 9,30: Deposizione corona al monumento ai caduti di Scarlino Scalo; ore 9,45: Deposizione corona a Casetta Citerni in memoria di Lelli Erminio; ore 10,00: Deposizione corona in loc. Potassa al cippo del partigiano Flavio Agresti; ore 10,15: una delegazione composta da Amministratori e rappresentanti delle associazioni presenti proseguirà per Grosseto.

Semproniano – alle ore 17.30 presso la sala Italia proiezione del film “l’uomo che verrà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.