“Tutto Possibile” con la Onlus. Accanto ai disabili con il teatro e lo sport foto

di Lorenzo Falconi --

GROSSETO - Sostegno psicologico, inserimento sociale, sensibilizzazione dell'opinione pubblica, stimolo per le istituzioni per l'approvazione di norme che favoriscano maggiori opportunità per i disagiati. Sono solo alcuni degli obiettivi che la nuova Onlus "Tutto Possibile" insegue. La presentazione ufficiale in municipio è servita a fare luce su questa nuova associazione che punta anche a fare da unione tra quelle già presenti sul territorio.

«Perseguiamo l'inclusione con tutti i nostri mezzi possibili, senza dimenticarci che nel mondo del volontariato l'unione fa la forza - spiega il presidente Massimo Lattanzi (nella foto in basso) -. Crediamo che partire da progetti che riguardano teatro e sport, sia un primo passo per far muovere i disabili con pari opportunità, oltre a dare un risvolto sociale alle iniziative». Non è un caso che alla presentazione della Onlus siano intervenuti i rappresentati del mondo dello spettacolo, come la compagnia teatrale "Chi è di scena", Teatro Tv che trasmette sul web e il testimonial Massimo Reale, attore di professione. A loro si sono aggiunti, sotto l'aspetto sportivo, la Uisp, il Baseball Grosseto e la Grosseto Cycling Team.

«E' importante l'arricchimento del tessuto civile cittadino che una nuova Onlus può fornire alla comunità - precisa il sindaco Emilio Bonifazi -, soprattutto se guardiamo il grande impegno sociale». E' un invito alla collaborazione, invece, quello dell'assessore Antonella Goretti: «Tante piccole associazioni a volte si fanno la guerra, mentre un'unione è necessaria, perché dobbiamo lavorare tutti insieme». Un concetto ribadito anche dall'assessore Luca Ceccarelli: «C'è tanta voglia di impegnarsi e questo è un segnale positivo per un gesto nobile. Significa che a Grosseto c'è il seme della speranza. Se c'è è grazie al vostro impegno e a quello della associazioni di volontariato».

Commenti