Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

l’Ora della Terra: in migliaia hanno spento le luci. WWF «In Maremma ha aderito solo Roccastrada»

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Record per Earth Hour: oltre 1400 gli spegnimenti simbolici nel mondo, 400 solo in Italia, tra cui San Pietro, Sinagoga, Moschea, Colosseo, Quirinale, Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, David di Michelangelo, la Torre di Pisa… «in milioni si sono uniti inviando un messaggio chiaro – affermano dal WWF -: l’azione sul clima deve essere una priorità per le agende politiche di tutto il mondo. Tra i 1400 luoghi simbolo , l’Empire State Building e la sede delle Nazioni Unite a New York, il Burj Khalifa a Dubai e l’Harbour Bridge di Sydney fino allo skyline di Hong Kong. 40 siti Unesco tra cui l’Acropoli di Atene, la Cattedrale di Cologna, la Valle dei Templi di Agrigento e le Isole Galapagos».

«E in tutto questo la provincia di Grosseto dov’era – si chiede ancora il WWF -? Unico rappresentante il comune di Roccastrada, che ha aderito spengnendo il Castello di Montemassi. Una manifestazione che non costa nulla, anzi permette un risparmio immediato dal punto di vista economico e una ricaduta più blanda nella sensibilità della gente comune. Possibile che la Maremma riesce a rimanere fuori da tutto quello che potrebbe inserirla nel mondo civilizzato ed ecosostenibile? Possibile che anche i grandi della terra, certamente con responsabilità più grandi di quelle dei nostri amministratori locali, abbiamo speso un minuto della loro vita per decidere di partecipare ad un evento, dal quale nessuno dovrebbe sottrarsi e invece i nostri non hanno nemmeno risposto al nostro invito? Sì, è possibile! Ringraziamo di cuore l’assessore Rabazzi di Roccastrada e la sua giunta per la sensibilità dimostrata».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.