Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il metano arriva nel cuore di Marina. Ora però mancano gli allacci

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – Solamente tre allacci effettuati nella zona artigianale. E’ il magro risultato ottenuto sinora in merito al programma di metanizzazione a Marina di Grosseto. La frazione balneare, prima dell’inizio dell’estate, avrà un’ulteriore copertura. Ciò che lascia alquanto perplessi però, sono le scarse adesioni, al punto che la Gergas, società che nell’operazione ha investito 6 milioni di euro per l’intera operazione, ha dovuto rivedere le stime iniziali. «Avevamo previsto 1500 utenze allacciate – spiega il responsabile del procedimento Massimo Tiberi -, adesso abbiamo rivisto il numero attestandoci sui 200-300, come inizio».

Prematuro tracciare un bilancio, anche perché la copertura non è ancora completata, con la partenza dei cantieri per il terzo lotto, quello che va in direzione di Rosmarina, prevista entro la fine del 2015. «A Marina, considerando le esigenze della stagione balneare, lavoriamo da ottobre a maggio – precisa l’amministratore delegato di Gergas Marco Nencini -. Al momento le richieste non sono quelle che ci aspettavamo, ma è anche vero che un’esperienza simile l’abbiamo fatta a Porto Santo Stefano. All’inizio c’è da attendere sempre un po’, prima che il nuovo sistema di utilizzo del gas faccia presa tra le utenze». Quello dei pochissimi allacci, in ogni caso, rischia di essere un problema, anche perché il metano a Marina di Grosseto era da tempo invocato dalla cittadinanza, al fronte di un costo di attivazione per singola abitazione che si aggira intorno ai 500 euro più Iva.

Intanto però i lavori vanno avanti, compresa la riqualificazione delle strade che, dopo gli interventi del caso, verranno asfaltate. Le strade interessate sono via XXIV Maggio, via IV Novembre, via Firenze, via Maroncelli, via Maraldi e via Silvio Pellico. «Quella di portare il metano a Marina di Grosseto sembrava un’opera irrealizzabile – commenta il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi -, oggi, invece, grazie a scelte strategiche, stiamo portando avanti una grande impresa di collegamento lunga 38 chilometri». Sull’argomento interviene anche il vicesindaco Paolo Borghi: «Importante fare questi interventi prima dell’estate, perché abbiamo tante iniziative in programma su Marina di Grosseto. Questo intervento non era per nulla scontato, per un’opera che appariva come una grande incompiuta e che oggi diventa realtà. Aspettiamo risposte anche da parte delle strutture ricettive, per un’opera sulla quale si avvertiva la necessità di procedere».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.