Per la festa della donna l’Unesco invita le scuole maremmane a parlare dell’educazione femminile in Africa

Più informazioni su

GROSSETO – In occasione della Giornata Internazionale della Donna 2015, quella che tutti comunemente chiamiamo Festa delle Donne, il Club Unesco Grosseto Maremma lancia una campagna di educazione e sensibilizzazione rivolta alle scuole maremmane, che coinvolga studenti, docenti, dirigenti scolastici e famiglie: ragazzi e ragazze, uomini e donne, insieme per costruire un mondo migliore.

Lo slogan di questa iniziativa è proprio “festeggiamo continuando a costruire un mondo migliore”, per sottolineare come non vada mai persa la gioia di celebrare il percorso di progresso che la società intera ha realizzato attraverso l’emancipazione delle donne e l’eguaglianza dei diritti, ma al contempo quanto deve essere fatto per superare le insopportabili e inaccertabili diseguaglianze ancora presenti.

Il Club Unesco Grosseto Maremma, nella sua costante opera di diffusione degli ideali Unesco sul territorio maremmano – in particolare verso le giovani generazioni – e nella persistente volontà di collegare il nostro territorio al contesto globale, dedica l’8 marzo 2015 alle giovani donne ed al loro diritto allo studio: all’educazione e all’istruzione come strumento principale di emancipazione e uguaglianza, per sensibilizzare la nostra scuola e la nostra comunità sull’importanza di un diritto acquisito che non va mai sottostimato né dato per scontato. Soprattutto a livello globale, dove purtroppo la situazione delle giovani donne è, spesso, molto diversa.

Per questo il Club Unesco Grosseto Maremma promuove la campagna internazionale Left behind (#leftbehind), in cui l’Unesco svolge un ruolo di primo piano, e che fornisce strumenti fondamentali per la conoscenza del contesto e dei bisogni delle giovani donne africane.

Attraverso tale conoscenza è possibile rileggere il nostro passato, approfondire il presente, immaginare il futuro: il Club Unesco Grosseto Maremma invita dunque tutte le scuole maremmane a dedicare – nella settimana dal 9 al 13 marzo – una sola ora del calendario didattico alla conoscenza, discussione e diffusione della campagna Left behind attraverso la visione e la lettura interattiva dei dati relativi all’istruzione delle donne in Africa e nel resto del Mondo.

Quest’anno, per l’8 marzo, festeggiamo continuando a costruire un mondo migliore!

Più informazioni su

Commenti