Quantcast

Giocagin: 230 atleti per la manifestazione sportiva. Ricavato in beneficenza

Più informazioni su

GROSSETO – Coreografie di danza, ginnastica artistica, ritmica, aerobica, ballo, arti marziali. Questo e tanto altro è stato il Giocagin 2015, la consueta manifestazione di solidarietà organizzata, al palasport di via Austria, dalla Uisp. 

Associazioni Speciali di Argentario senza Ostacoli e SKeeP hanno dato il via alla kermesse che ha visto alternarsi sul palco circa 230 atleti di dieci società: ospite d’onore il ragazzo speciale Vittorio Valvo, il sempreverde amico della Uisp che con il suo esercizio agli anelli ha stupito tutti i presenti. L’incasso è stato di 1.300 euro che, tolte le spese, andranno a finanziare i progetti che Peace Games e Uisp  hanno messo in campo per aiutare e proteggere i bambini dei paesi meno sviluppati. Nel 2015 Giocagin sosterrà due progetti in Africa, a Foundiougne, in Senegal, e nel campo profughi Saharawi, in Algeria.

Le altre società che hanno partecipato sono Csn Artistica, Dance System, Ginnastica Grifone, Palestra Europa Danza, Polisportiva Barbanella 1, Polvere di Magnesio, Progetto Danza e Zenzero Club; assenti alcuni club storici come Artistica Grosseto e Polisportiva Paganico  a causa di malattie. «Possiamo ritenerci soddisfatti – spiega Sergio Perugini, presidente della lega ginnastica Uisp – dispiace per chi non ha potuto partecipare, ma le società presenti hanno offerto un bellissimo spettacolo e anche il pubblico ha risposto in maniera importante, dimostrando di avere ormai nel cuore il messaggio di solidarietà che fa parte della nostra associazione. L’intera lega Le Ginnastiche di Grosseto ha lavorato con grande passione, ma un ringraziamento è doveroso anche al Gruppo degli stili di vita della Uisp, alla segreteria del comitato e a tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione. Infine al Comune di Grosseto per il patrocinio».

Più informazioni su

Commenti