Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giovani in pellegrinaggio all’eremo di Malavalle: nuova data l’8 marzo

GROSSETO – Il pellegrinaggio a piedi dei giovani della diocesi di Grosseto da Castiglione della Pescaia all’eremo di Malavalle si farà domenica 8 marzo. Dopo il rinvio dell’iniziativa, originariamente programmata per l’8 febbraio, a causa delle avverse condizioni meteo che avevano reso impraticabile anche un tratto del percorso, la Diocesi si organizzata per fissare una nuova data. Il pellegrinaggio, dunque, ci sarà proprio perché l’intenzione era quella di non far cadere l’appuntamento dal profondo significato educativo e di fede, per il quale il desiderio e la volontà è che diventi un appuntamento annuale per tutti i giovani.

Cambia la data, ma restano le medesime le modalità organizzative. La proposta è rivolta a tutti i giovani per sperimentare insieme il cammino come simbolo dell’esistenza di ognuno: cammino di amicizia, cammino di relazione, cammino fatto di tappe, di momenti faticosi, di sane sudate, di gioia di arrivare e della necessità di ripartire; cammino di fede e di incontro.

Il percorso a piedi è di circa 6,5 km, con ritrovo a partire dalle 9, nel piazzale della chiesa di San Giovanni Battista, nel borgo medievale di Castiglione della Pescaia, accanto al castello, dove sarà allestito un punto di accoglienza. Il cammino, aperto dal vescovo Rodolfo, inizierà intorno alle 10 secondo il seguente itinerario: via Giatti, via della Fortezza, via Montebello, via San Benedetto Po, attraversamento del rondò ai piedi della strada panoramica, imbocco della strada di Santa Maria fino all’eremo di Malavalle, dove sono conservati i ruderi dell’antica chiesetta e del primo cenobio dell’Ordine Guglielmita, luogo scelto da san Guglielmo per trascorrere l’ultimo tratto della sua esistenza nella solitudine, nella preghiera, nella radicalità evangelica. Qui sarà consumato il pranzo al sacco e alle 15 sarà celebrata la Messa.

Quindi il rientro verso Castiglione della Pescaia: i giovani pellegrini percorreranno a piedi il tratto fino al vecchio mulino, da dove partirà un servizio navetta per riaccompagnare almeno gli autisti delle auto a riprendere i loro mezzi nel parcheggio subito fuori le mura del borgo medievale di Castiglione della Pescaia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.