Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riorganizzazione degli uffici comunali: a marzo i trasferimenti più importanti foto

[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=lhYkb1rACy8&w=600]

.

GROSSETO – È una grande operazione di razionalizzazione quella che sta portando avanti il Comune di Grosseto con i suoi uffici, un “balletto” di sedi che consentirà di risparmiare circa 300 mila euro all’anno di affitti, oltre che di razionalizzare gli spazi degli uffici comunali.

Con il trasferimento della Polizia municipale all’ex Gil in via Zanardelli (nella foto sopra) si sono liberati i locali di piazza La Marmora e via Clodia: nel primo è finita l’urbanistica e l’ambiente che prima si trovavano in via Roma con un affitto da 10 mila euro al mese (120 mila euro l’anno). Sempre in piazza La Marmora si sono spostati anche la protezione civile e l’ufficio manutenzioni che hanno lasciato spazio, in via Gramsci, ai servizi sociali.

Poi il trasferimento di Sistema all’ex Foro Boario (a sinistra) da via Orcagna: a partire da marzo quindi il comune rinuncerà all’affitto del cantiere di manutenzioni in Largo Menotti e di un magazzino a servizio della biblioteca in via Topazio, 50 mila euro il primo e 22 mila il secondo di risparmio.

«Il percorso che abbiamo attuato fa parte di una complessiva ridefinizione degli spazi adibiti a uffici e servizi comunali a seguito di una diversa organizzazione del personale, che prevede – afferma il sindaco Emilio Bonifazi -, a partire da marzo, la risoluzione dei contratti di affitto del cantiere delle manutenzioni e del magazzino a servizio della biblioteca».

Gli uffici dei servizi sociali di via Damiano Chiesa si sono spostati nei locali di via Gramsci, mentre il demanio è andato a piazza La Palma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.