Quantcast

Presidente della Repubblica: nonostante Mattarella gli orbetellani sperano ancora in Amato

di Sabino Zuppa

ORBETELLO – Cittadini orbetellani in fibrillazione in vista dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica Italiana. Anche se il presidente del consiglio, Matteo Renzi, sembra aver espresso la volontà di puntare su Sergio Mattarella, uno dei nomi che si rincorrono da giorni nel toto presidente è quello di Giuliano Amato, un amante della Laguna di Orbetello in riva alla quale trascorre molto del suo tempo libero.

In questi ultimi giorni, infatti, sono in molti a buttare l’occhio sul corso Italia o nelle vetrine di alcuni locali per vedere se l’ex-presidente del circolo tennis Orbetello, di cui è attualmente membro onorario, sia ancora in terra orbetellana per seguire gli eventi legati alle elezioni dell’erede di Giorgio Napolitano. Del resto, l’idea che la Maremma meridionale possa continuare ad essere la seconda casa di un capo dello stato piace, soprattutto dopo il lungo periodo di militanza del presidente della repubblica uscente che, dalla sua casa di Capalbio, non ha disdegnato apparizioni in centro ad Orbetello, anche insieme al sindaco Paffetti.

 

Amato, però, è quasi di casa ed ha conosciuto di persona gran parte dei politici lagunari di entrambe le sponde, soprattutto grazie alla sua passione per il tennis che lo ha portato a frequentare spesso i campi del circolo lagunare dove, forse grazie anche alla sua passione, si è giunti all’organizzazione di tornei di rilevanza nazionale.

Giuliano Amato, e tutti gli orbetellani lo sanno, ha abitudini semplici che lo portano a spostarsi dalla sua casa di Ansedonia in maniera sobria per andare al cinema, al campo da tennis, a fare un passeggiata in centro oppure nel su ristornate preferito che sembra essere “Da Gennaro” sul corso Italia. Insomma, quasi un cittadino come tutti gli altri di Orbetello, che al momento rimane in odore di candidatura alla presidenza della Repubblica: Renzi sembra aver puntato altrove, ma l’esperienza ci segna che tutto è ancora possibile e chissà se la tradizione orbetellana di luogo desiderato dai personaggi importanti non continui anche in questo caso.

Commenti