Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vela: emozioni e collisioni nella quarta prova del campionato invernale

MONTE ARGENTARIO – Domenica 25 gennaio, come da programma, si sono disputate la terza e la quarta prova della 2^ giornata della II manche del Campionato Invernale dell’Argentario organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario di Cala Galera. Le previsioni meteo davano vento proveniente dai quadranti settentrionali di intensità intorno ai 30 nodi. Fortunatamente per i regatanti invece all’ora di partenza (le 11.00) la situazione era: vento grecale (30°) di intensità 19 nodi e mare piatto. Il Comitato di Regata, presieduto da Fausto Proietti, coadiuvato dai giudici di gara Carlo Gargaglia, Fabio Andreuccetti e Mauro Vichi dava la partenza regolatamente.

Proprio alla partenza (in genere il momento più difficile della regata) “Luduan”, il Grand Soleil 46 di Enrico De Crescenzo navigava con il vento da destra (cioè con mura a dritta) veniva urtato da “Barracuda”, il Comet 33 di Mario Rolla che navigava con il vento da sinistra. La collisione costringeva le due imbarcazioni al ritiro. Luduan presentava e vinceva la protesta con la squalifica di Barracuda. Nel corso dello svolgimento della regata il vento è salito per arrivare fino a 22-24 nodi al termine della prima regata.

Nella Classe IRC lotta serrata per la prima posizione tra “G-Spot”, il Melges 32 di Giangi Serena, ed “Ulika”, lo Swan 45 di Andrea Masi. “G-Spot” aveva la meglio per una manciata di secondi. Bella prova di “Id&a”, il Comet 36 di Augusto Massaccesi, timonato per l’occasione da Lorenzo Sclano. Anche nella Classe ORC posizioni erano invariate, cioè primo “G-Spot”, secondo “Ulika” e terzo “Id&a”. Nella categoria Diporto grande regolarità di “Galahad”, il prototipo di Gerhard Niebauer davanti ad “Excalibur” il Salona 45 di Ruggero Giannini. Nella seconda prova il vento di grecale si stabilizzava intorno a 25 nodi . All’arrivo i piazzamenti ricalcavano quelli della 1^ prova con “G-Spot” che precedeva “Ulika” e “Id&a” sia nella Classe IRC che in quella ORC e Galahad che vinceva nella Categoria Diporto.

La classifica dopo le quattro prove disputate della 2^ manche provvisoria (in quanto a “Luduan” la giuria ha concesso la “riparazione” per la collisione da cui è stata danneggiata) vede in testa “G-Spot” seguito “Ulika” e “Id&a” nella categoria IRC. Nella categoria ORC primi a pari merito “G-Spot” e “Ulika” seguiti da “QuattroGatti” (il Comet 45S di Andrea Casini) . Nella categoria Diporto primo “Galahad”. Prossimo appuntamento Domenica 8 Febbraio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.