Quantcast

Giorno della Memoria: tutti gli eventi in provincia di Grosseto. Per non dimenticare la Shoah

MAREMMA – Sono molti gli eventi che si succederanno in tutta la provincia di Grosseto per ricordare l’olocausto degli ebrei nel giorno della Memoria, il 27 gennaio, l’anniversario della liberazione del campo di Auschwitz.

Follonica: da domenica 25 a sabato 31 gennaio il Comune di Follonica, per commemorare la Shoah, ha organizzato una serie di eventi dedicati al pubblico adulto  e ai più giovani. Si inizia domenica 25 alle ore 17 alla Biblioteca della Ghisa con “Tanz, tanz, yidelekh”, un quartetto italiano di clarinetti composto da Giovanni Lanzini ai clarinetti, Carlo Franceschi al clarinetto piccolo, Maurizio Morganti al clarinetto, e Augusto Tanzini al clarinetto basso. Ingresso gratuito. Lunedì 26 gennaio due appuntamenti per i bambini:  alle ore 10.30 e alle ore 14.30 alla Biblioteca dei ragazzi, la direttrice della Biblioteca della Ghisa dott.ssa Miria Magnolfi presenta la Shoah ai bambini delle classi 5^ elementare delle scuole primarie di Follonica,  attraverso le pagine  de “Il volo di Sara” di Lorenza Farina. Martedì 27 gennaio alle ore 16.30, sempre alla Biblioteca della Ghisa, sarà presentato il  libro “Dalla casa nel bosco al grande mondo”, storie di bambini ebrei tra la Toscana e Israele scritte da Silvia Trovato e Tiziano Arrigoni, entrambi presenti all’incontro. Infine, sabato 31 gennaio alle ore 10.30 alla  Sala Tirreno con la regia di Federico Guerri e il coordinamento artistico dell’associazione culturale Teatridisabbia, in collaborazione con l’istituto comprensivo Follonica 2 sarà presentato “Bruciate questi libri”, reading e musica  con alcune letture scelte e proposte dai ragazzi della classe 3^ C della scuola secondaria di 1° grado ex Ilva. Info: Biblioteca della Ghisa Tel. 0566.59246

Grosseto: Lunedì 26 Gennaio 2015 alle ore 10 nella chiesa dei Bigi in Piazza Baccarini, in occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, l’Istituto storico della Resistenza di Grosseto (ISGREC), inaugura la mostra di documenti e fotografie su Blocco 21 “I tempi della memoria. Il memoriale italiano di Auschwitz ”. La mostra sarà aperta con orario 10-13 / 16-19. Le scuole possono prenotare visite guidate contattando l’ISGREC (tel/fax 0564 415219; segreteria@isgrec.it; didattica@isgrec.itwww.isgrec.it). L’esposizione si concluderà il 17 febbraio con un convegno nella Sala Pegaso, al quale parteciperanno, fra gli altri, anche Sara Nocentini (Assessore regionale alla cultura), Dario Venegoni (Presidenza Nazionale ANED) e Elisabetta Ruffini (Direttrice dell’ISREC di Bergamo).

Sempre a Grosseto, al cinema Multisala Corri, Ragazzo, Corri, del regista premio Oscar Pepe Danquart. Con Andrzej Tkaczz, Jeanette Hain, Rainer Bock, Itay Tiran, Katarzyna Bargielowska. Il film è in sala, in cinema selezionati, il 26, 27 e 28 Gennaio. “Jurek ha circa nove anni quando fugge dal ghetto di Varsavia. Costretto a separarsi dai fratelli e dai genitori per salvarsi dai nazisti, vivrà i durissimi tre anni che lo separano dalla fine della guerra nei boschi e nei villaggi vicino alla capitale. Imparerà a dormire sugli alberi e a cacciare per nutrirsi. Sopravvivrà ai gelidi inverni chiedendo ospitalità, contraccambiandola con manodopera. In questo duro viaggio, Jurek incontrerà persone che lo aiuteranno ed altre che lo tradiranno ma non perderà mai la forza per andare avanti…”

Manciano: Giovedì 29 gennaio, alle ore 11, nella sala del Consiglio comunale, si celebra la Giornata della memoria per iniziativa dell’amministrazione comunale di Manciano e dell’istituto superiore “Zuccarelli” (Iti chimici e liceo scientifico), in collaborazione con la sezione locale dell’Anpi. Intervengono il sindaco di Manciano Marco Galli, la dirigente scolastica Marta Bartolini, la direttrice dell’Isgrec di Grosseto Luciana Rocchi, con le testimonianze di  Francesco Sonno ed Elena Servi.

Massa Marittima: Venerdì 30 Gennaio alle ore 17,30 presso la Biblioteca Gaetano Badii  di Massa Marittima, lo scrittore Giorgio Van Straten, intervistato dalla scrittrice Paola Zannoner, parlerà del suo ultimo romanzo “Storia d’amore in tempo di guerra”. un incontro molto particolare, tra un bibliotecario ed una donna ebrea emigrata da decenni  in Argentina ed un racconto avvincente sul mistero della scomparsa di un importante membro della comunità ebraica di Roma, nel 1943 durante l’occupazione nazista.

Orbetello: Il dramma della Shoà raccontano con la forza evocativa del teatro. È “Kitty – la voce di un diario”, l’atto unico di Angelo Giannelli che narra la storia di Anne Frank, che andrà in scena martedì 27 gennaio alle ore 21,15 all’Auditorium di Orbetello per la regia di Monica Infantino Ferrati. La voce narrante è di Donatella Puddu; Angela Baroncelli al pianoforte. L’ingresso è libero. Sempre domani, ma alle ore 11, è in programma una replica riservata esclusivamente alle scuole medie inferiori e superiori del territorio orbetellano.
“Kitty”, di Angelo Giannelli, racconta dell’amica immaginaria di Anne Frank che “decide allora di diventare Anne, di andare lei per Anne, di vivere lei quella lunga linea nera di orrore e di condanna al posto suo, prendendo la forma di chi le aveva dato  la  vita,  lasciando  Anne, come  per una  legge d’amore, tra le pagine, nel diario, anima nella carta,  senza tempo, infinita, al riparo.”

Pitigliano: Ebrei e cristiani in dialogo a Pitigliano, l’appuntamento è per martedì 27 gennaio alle 17,30 nella sala Ildebrando. Relatore dell’incontro è il dottor Sandro Servi, personalità di cultura del popolo ebraico, originario di Pitigliano. La relazione del dottor Servi avrà il seguente tema: “la Parola del Signore ed il popolo ebraico” a cui seguirà un dibattito. L’incontro offre l’opportunità per un confronto interessante sul piano culturale utile a rafforzare lo stretto legame il popolo ebraico e Pitigliano che non a caso è chiamata la Piccola Gerusalemme.

Roccastrada: In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio, istituita per ricordare le vittime della Shoah, la biblioteca comunale “Antonio Gamberi” di Roccastrada, allestisce un’esposizione di libri e film sul tema. Da lunedì 26 e fino a venerdì 30 gennaio, i visitatori potranno prendere visione e richiedere in prestito una ricca selezione di opere – che spaziano da saggi e trattati storici a romanzi, da docufilm a fiction – sullo sterminio degli Ebrei. Tra i titoli disponibili il “Diario della prigionia” di Giovanni Ansaldo, diari e lettere di Etty Hillesum, ““Ogni cosa è illuminata” di Jonatan Safran Foer, “Intellettuale a Auschwitz” di Jean Améry, “Appartamento a Atene” di Glenway Wescott e “L’impostore” di Giorgio Perlasca. Oltre ai “classici” sull’argomento, come il diaro di Anna Frank , Se questo è un uomo”, “I sommersi e i salvati” e “La Tregua” di Primo Levi, “Gli occhiali d’oro” di Giorgi Bassani e “La banalità del male” di Hannah Arendt. Varia anche la raccolta di film e documentari: si spazia dai più noti “Train de vie”, “La vita è bella”, “Il painista” e “Schinderlist” a opere come “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti, “Perlasca: un eroe italiano” e “Gli occhiali d’oro”, tratto dal romanzo di Bassani. La biblioteca comunale di piazza Dante Alighieri 11 è aperta lunedì e venerdì dalle 14.30 alle 18.30, martedì e giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30, mercoledì dalle 9 alle 13.

A Ribolla martedì 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria Luciana Rocchi, direttrice dell’Isgrec, incontra gli alunni delle scuole medie di Roccastrada e Ribolla. L’evento è promosso dal Coeso e dal Comune in collaborazione con l’istituto storico grossetano per la Resistenza e l’Età contemporanea. “La persecuzione degli ebrei nella provincia di Grosseto nel 1943-44” è il titolo della mostra che l’Istituto storico grossetano per la Resistenza e l’Età contemporanea, in collaborazione con il Coeso Società della salute e il Comune di Roccastrada ha allestito alla Porta del Parco di Ribolla, in piazza della Libertà 3. Un’esposizione di foto e documenti per raccontare l’orrore della deportazione ebraica, che non ha risparmiato neppure la Maremma, e che sarà inaugurata martedì 27 gennaio alle 9.30.

Scarlino: a Scarlino martedì 27 gennaio il comune propone un reading con musica dal vivo alla sala centro sociale Auser del Puntone (ore 10.30), dal titolo “Frammenti di Stelle”: omosessuali, rom, donne nel firmamento della Shoah. Si tratta di una performance a tre voci, con musica dal vivo, un format in bilico tra il documentarismo – giornalismo e la lettura espressiva, costellato da dialoghi, poesie, brani storici a cura del teatro studio centro di ricerca e formazione teatrale.

Sorano: il 28 gennaio a Sorano alle 10.30 ritrovo davanti al palazzo comunale per andare alle 11 alla ex Sinagoga in via Selvi dove avverrà l’inaugurazione da parte del sindaco Carla Benocci e della presidente dell’associazione Piccola Gerusalemme Elena Servi della mostra “per non dimenticare”.

Commenti