Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marrini «Sul futuro di Montioni subito una commissione consiliare»

Più informazioni su

FOLLONICA – «Sul Parco di Montioni serve chiarezza: in ballo ci sono ingenti investimenti pubblici e il futuro di uno dei polmoni verdi alle porte di Follonica». Il consigliere comunale di Forza Italia Sandro Marrini interviene sul futuro del parco di Montioni. «Finora abbiamo assistito a tanti spot, a tanti interventi politici, ma ancora è difficile riuscire a capire quale sarà, alla fine, il futuro che si intende dare alla gestione di questa grande realtà che coinvolge vari enti, compreso il nostro Comune. Pare che la gestione possa essere riportata alle Province, come dispone la legge regionale, ma è una prospettiva assurda visto che proprio questi enti negli anni hanno dimostrato più volte di non essere adatti al ruolo di gestori e soprattutto la loro esistenza è stata appena svuotata di ogni funzione».

«Allo stesso tempo prevedere una responsabilità di ogni Comune sulla propria area territoriale, senza prevedere un organismo condiviso, non è certo la soluzione migliore perché proprio queste divisioni, con il passar del tempo, hanno aggravato la situazione del polmone verde che si trova a cavallo tra le province di Grosseto e Livorno – continua Marrini -. Chiedo quindi di indire al più presto una commissione consiliare sull’argomento, così che anche la giunta Benini spieghi ai consiglieri comunali di maggioranza e opposizione in che modo si sta muovendo la nostra amministrazione per affrontare la materia e quali sono gli scenari che si stanno aprendo per la gestione del Parco di Montioni. Questo anche perché, come abbiamo letto con piacere, l’amministrazione del Golfo ha previsto interventi da decine di migliaia di euro da realizzare sul versante follonichese per rendere la zona maggiormente fruibile, segnalata e sicura per chi vuole visitare l’area verde alle porte della città. Il rischio è che, come capita spesso in queste situazioni di incertezza, si possano creare giochi di potere che non vanno certo a tutelare la collettività. Serve chiarezza».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.