Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

ESCLUSIVA – Dalla Maremma alla jihad: ecco le FOTO della casa di Fatima foto

di Lorenzo Falconi —

POGGIOFERRO – «Fatima è stata qui, in questa che è la mia casa». Non ha più dubbi adesso un abitante di  Poggioferro e lo dichiara con certezza.

La storia è quella di Maria Giulia Sergio, alias Fatima Az Zahara, la ventisettenne di Torre del Greco che è finita nella lista dei 53 “foreign fighters”, ovvero coloro che sono pronti a partire e a combattere in medioriente in nome del Califfato.

Una storia che tocca la Maremma, anche se per un breve periodo. L’ultima traccia lasciata in Italia dalla ragazza, prima di partire per la Turchia nel mese di settembre, è quella che risale al piccolo borgo nel comune di Scansano, dove la presenza di una comunità albanese islamica è piuttosto corposa.

E’ proprio a loro, a quanto pare, che si deve il soggiorno di Maria Giulia, ospitata per un periodo in una casa di Poggioferro.

«Conosco la storia, ma non pensavo che la casa dove è stata la ragazza fosse proprio la mia – osserva il proprietario -. In quel periodo l’abitazione era affittata ad un uomo di origini albanesi, ma di Fatima non abbiamo mai percepito la presenza, in pratica non siamo mai venuti a conoscenza che fosse in paese, tanto meno nella mia casa. Ho saputo solo ieri di questo fatto, perché gli inquilini dell’epoca hanno detto di averla ospitata». Anche la piccola comunità di poco più di 200 anime, si interroga sul caso della jihadista transitata in Maremma, ma sono in tanti a sostenere di non averla mai vista da queste parti. Oggi nella casa dove è passata Maria Giulia non abita più nessuno: «L’ultimo inquilino albanese se n’è andato da settembre – dice il proprietario della casa – e al momento non è affittata». E’ probabile che quindi una delle ultime inquiline sia stata proprio la “foreign fighters”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.