“Le Biancane”: il futuro di Monterotondo passa dal parco e dal suo patrimonio naturalistico

MONTEROTONDO MARITTIMO – Il parco naturalistico “Le Biancane” è il simbolo del rapporto tra Monterotondo Marittimo e l’energia che viene dalla profondità della terra. Quella delle “Biancane” è una zona straordinaria per le sue emissioni di vapori e per il modo in cui l’energia ha modificato l’habitat naturale e i colori tipici della natura delle Colline Metallifere. I vapori bianchi che fuoriescono dal terreno, il fango in ebollizione e la sua vegetazione regalano a questo paesaggio un aspetto unico.

Il Comune di Monterotondo Marittimo ed Enel Green Power hanno puntato su questo patrimonio naturalistico creando un percorso tra le manifestazioni geotermiche più affascinanti della zona e le testimonianze “storico-industriali” dello sfruttamento del fluido endogeno da parte dell’uomo che è diventato una delle attrazioni più apprezzate del Parco tecnologico e archeologico delle Colline Metallifere grossetane. Anche in occasione dell’ultima visita dei Commissari Unesco ai siti del Parco delle Colline Metallifere le Biancane hanno ricevuto attestati di gradimento tra i più importanti.

“Il percorso delle Biancane merita di essere ulteriormente valorizzato – sono le parole del Sindaco di Monterotondo Marittimo Giacomo Termine – e noi lo faremo. Stiamo lavorando ad alcune importanti novità. L’intero percorso sarà oggetto di lavori di messa in sicurezza. Verrà attrezzata una nuova sentieristica in grado di rendere ancora più agevole e interessante la sua fruizione”. “Stiamo lavorando insieme ad Enel Green Power – è ancora Termine a spiegare – alla stesura di una convenzione per regolare i nostri rapporti circa la gestione dell’area delle Biancane, che ricordiamo è di proprietà dell’Enel, che renda più agevole il nostro intervento per migliorare l’area”. Il Comune punta così tanto sulle Biancane che porterà nei pressi del percorso una Porta del Parco tecnologico delle Colline Metallifere. “Questo nuovo   punto informativo e turistico del territorio – sono ancora le parole del Sindaco – sarà inaugurato nel 2015 in un’ex centrale Enel nei pressi del percorso naturalistico, che si trova a poche centinaia di metri ad ovest del centro storico di Monterotondo Marittimo, e che sarà l’inizio del nuovo percorso ”.

Commenti