«Gli storni sono specie protetta» la Lipu interviene contro gli abbattimenti

Più informazioni su

GROSSETO – Chiede di entrare a far parte della commissione animali di Provincia e Comune di Grosseto, Maria Patrizia Latini, delegata Lipu Grosseto, e ne chiede la convocazione «per affrontare anche con nostri esperti la problematica degli storni in città e zone limitrofe. Questo prima che venga presa ogni eventuale decisione che possa comportare anche abbattimenti degli storni, evidenziando che si tratta di specie protetta sia a livello internazionale dalla direttiva uccelli sia a livello nazionale».

«La direttiva sugli uccelli selvatici istituisce un ampio regime di protezione per tutte le specie di uccelli selvatici presenti naturalmente nell’Unione – prosegue Latini -. Essa è stata adottata nel 1979 in risposta alle crescenti preoccupazioni in merito al declino delle popolazioni di uccelli selvatici in Europa a causa dell’inquinamento, della perdita dell’habitat naturale e dello sfruttamento insostenibile della terra. La direttiva riconosce che gli uccelli selvatici, molti dei quali appartengono a specie migratorie, costituiscono un patrimonio condiviso e che quindi la loro effettiva conservazione comporta una cooperazione internazionale. La direttiva sugli uccelli selvatici vieta le attività che minacciano direttamente gli uccelli come la loro uccisione indiscriminata o la loro cattura, la distruzione dei nidi e l’asporto delle uova. A loro tutela si evidenzia che vi sono anche le disposizioni della direttiva habitat ed il rispetto dei corridoi migratori».

Più informazioni su

Commenti