Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal palazzetto Armeni a Salciaina: ecco tutte le opere pubbliche del 2015. «Puntiamo su progetti concreti» foto

Più informazioni su

di Daniele Reali —

FOLLONICA – Nessuna opera “faraonica”, ma tanti progetti concreti per dare risposte alla città. Follonica si prepara a vivere un anno intenso con diversi progetti che, da una parte, andranno a risolvere problemi e, dall’altra, seguiranno una strategia di sviluppo per i prossimi anni.

Si tratta di un piano complessivo di oltre un milione di euro (su un totale di complessivo di 2,6 milioni previsto) per opere che sicuramente saranno realizzate visto che in diversi casi sono vincolate a scadenze precise, legate a cofinanziamenti.

«Il 2015 – dice il sindaco Andrea Benini – sarà l’anno in cui riusciremo a sistemare il palazzetto Armeni grazie ad un finanziamento della regione. Questa opera è una delle priorità per il prossimo anno anche perché la pista Armeni è una risorsa importante sia per l’hockey che per il pattinaggio e per altre manifestazioni sportive. Come città vogliamo puntare sempre di più sul turismo sportivo e a breve presenteremo il calendario con tutti gli eventi per il 2015. Un lavoro che abbiamo fatto con le società sportive e che garantirà alla città tutta una serie di eventi nei prossimi dodici mesi. Per fare tutto questo però c’è bisogno si investire proprio sugli impianti».

Il progetto per l’ammodernamento del palazzetto costerà 230 mila euro (130 mila dalla regione). I lavori saranno realizzati nel periodo estivo, a campionati fermi, e si dovrebbero concludere a settembre prima dell’inizio della nuove competizioni.

Nel mese di gennaio intanto sia l’Armeni che il Palagolfo saranno raggiunti dalla banda larga e nei due impianti sarà attivata una connessione internet wifi (9 mila euro).

Gli altri progetti – Non solo la pista Armeni. Nel 2015 tra le opere più importanti c’è anche la messa in sicurezza di via Amendola, una delle arterie più importanti della città, (300 mila euro di cui 150 dalla regione). In questo caso il cantiere dovrà essere aperto prima del 15 settembre, pena la perdita del contributo regionale. Il progetto prevede la realizzazione di passaggi pedonali rialzati, due rotatorie all’intersezione con via Spinelli e via Togliatti, e un percorso ciclabile di collegamento verso il centro.

Due saranno le opere che interesseranno il quartiere di Salciaina, nell’estremità sud della città. Sarà completata la pista ciclabile con un attraversamento della carreggiata e collegamento con il percorso del comune di Scarlino (150 mila euro). L’altro progetto invece (che sarà realizzato all’inizio del 2016), riguarda la riqualificazione di via Lago di Bracciano (250 mila euro), il principale accesso alla città per chi proviene dal Puntone. In questo caso sarà ripristinata tutta la sede stradale, saranno realizzati 70 nuovi posti auto grazie alla modifica dei parcheggi, disegnati a lisca di pesce, mentre a lato strada nascerà un nuovo percorso pedonale e ciclabile.

Nel corso del 2015 poi saranno investiti anche 100 mila euro per il rifacimento della scuola di via Cavour.

Cantieri a breve – Tra gli interventi già approvati e con risorse già stanziate, a breve partiranno i lavori per la realizzazione in via Litoranea di attraversamenti pedonali rialzati (28 mila euro) per migliorare la sicurezza e regolare anche la viabilità. A Pratoranieri invece, sempre nella prima parte del 2015, saranno ripristinate le strutture di protezione della duna costiera, nella zona del Tony’s, anche con la sistemazione degli accessi al mare, dei servizi ai bagnanti e delle staccionate (40 mila euro). L’intervento dovrebbe concludersi prima dell’inizio della stagione balneare.

Il piano per le pinete – Un capitolo a parte riguarda il piano di manutenzione e di riqualificazione della pineta di Ponente e di quella di Levante. Per i due parchi cittadini più grandi saranno investiti circa 200 mila euro. Nella pineta di Levante, appena conclusa la fase di mappatura delle piante da parte del Corpo forestale dello Stato, si provvederà con gli interventi di ripulitura dei rami secchi. Progetto che invece è già in fase avanzata per la pineta di Ponente dove sono stati stanziati 80 mila euro per la ripulitura che avverrà a primavera. Contestualmente, sempre nella pineta di Ponente, saranno ripristinati i sentieri

Per approfondimenti: la delibera completa con il piano delle opere pubbliche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.