Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terremoto in Toscana: lo sciame sismico continua. Nuove scosse e cresce la preoccupazione

Più informazioni su

FIRENZE – Non sembra arrestarsi lo sciame sismico che dalla giornata di ieri sta interessando il territorio del Cianti tra Siena e Firenze. Decine di scosse che nel giro delle ultime 24 ore si sono concentrate e sono state avvertite anche nei centri abitati e nelle due città. La scossa più elevata è stata registrata ieri con una magnitudo di 4,1 gradi.

I sismografi continuano anche oggi a registrare nuove scosse e in moli comuni del fiorentino la protezione civile è in allerta. Sono stati organizzati già alcuni punti di ritrovo e centri assistenza in strutture sicure in caso di necessità. A Greve in Chianti per esempio, in provincia di Firenze, il comune ha messo a disposizione una penso struttura dove hanno passato la notte un centinaio di persone.

La preoccupazione e la paura che possa verificarsi una scossa più intensa e che il terremoto possa creare danni, stanno crescendo, sopportato perché la zona del Chianti solitamente no rientra nelle zone sismiche più a rischio.

Come si può facilmente vedere nella ricostruzione grafica, elebarata dall’Istituto nazionale di geologia e vulcanologia, lo sciame sismico fino ad oggi si è composto di decine di scosse, tutte molto localizzate.

L’ultima scossa è stata avvertita intorno alle 14,38 di oggi: era un terremoto con magnitudo 2,6 e con epicentro ad una profondità di 6,4 chilometri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.