Quantcast

Natale a San Giuseppe con il coro bianco dell’Antoniano di Bologna

nativita_san_giuseppe

GROSSETO – Le festività natalizie si avvicinano con gran velocità, «ma in questo momento tremendo per tante famiglie italiane che hanno perduto il lavoro non si prospettano giorni felici». A parlare sono Don Fabio e Don Fabrizio della parrocchia San Giuseppe a Grosseto. «Questo clima si respira anche nella nostra città, ma soprattutto in alcuni quartieri dove la crisi ed altre difficoltà (la viabilità e segni di degrado) rendono tutto ancor più complesso. E’ il caso della zona di via Sauro e dintorni. Situazione molto particolare, nell’anno di festeggiamenti per il 75° della consacrazione della parrocchia di san Giuseppe, la prima eretta fuori dalle Mura in un epoca in cui Grosseto stava vivendo una delle sue più significative fasi di crescita».

«Come parrocchia – affermano i due parroci – non ci siamo persi d’animo e insieme ai volontari parrocchiali e a molti negozianti rimasti in via Sauro e in Via Ansedonia, ci siamo riuniti liberamente, per proporre una serie di appuntamenti per festeggiare e cercare di dare una boccata d’ossigeno a tutti. In effetti un antico proverbio dice: “L’unione fa la forza”. Con grande difficoltà, siamo riusciti dopo anni a illuminare le due vie e la piazza dove i volontari hanno installato il presepe e un mercatino di lavoretti e di prodotti che vari negozianti hanno donato, organizzando inoltre una serie di eventi, a partire dal concerto della corale Unitre lo scorso 7 dicembre. Sabato 20 dicembre alle 21 la parrocchia avrà il piacere di accogliere le “Verdi Note” dell’Antoniano di Bologna dirette dal maestro Stefano Nanni, mentre il gruppo giovani della parrocchia offrirà alcuni balli e il teatro della Scioccolona di Sassoforte reciterà alcuni versetti biblici. L’11 gennaio concerto conclusivo delle festività natalizie con la corale santa Cecilia di Castiglione della Pescaia»

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI