Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: Gavorrano, per uscire dalla crisi serve spirito di squadra

Più informazioni su

GROSSETO – «E’ la volontà che fa la differenza. Ci vuole lo spirito giusto di squadra per uscire tutti insieme da questa difficile situazione di classifica e tornare a vincere quanto prima». E’ il pensiero di mister Nofri Onofri allenatore del Gavorrano il giorno dopo la sconfitta di Ponsacco. «In questo momento ci manca qualcosa in più degli altri. Se guardate le ultime prestazioni, abbiamo sempre perso per una rete e sempre immeritatamente. Ho parlato con i ragazzi. Ho cercato di fare capire che conta la squadra più del singolo. Devono avere la voglia e la volontà di ottenere i risultati, cercando di evitare errori del singolo che possono pregiudicare il lavoro di tutti. Spesso è difficile calarsi nella realtà giusta. Ma con i nuovi innesti che non ho potuto schierare tutti assieme, saremo ancora più competitivi. Nessuno delle squadre di alta classifica ci ha mai messo sotto e non è un caso. Vuol dire che la squadra c’è. Non credo solo alla sfortuna, Gli altri sono partiti prima di noi e sono in vantaggio sotto molti aspetti».

Il tecnico dei rossoblù aggiunge: «Nelle ultime partite partite, se andiamo a vedere le reti che abbiamo preso sono arrivate tutte con la linea piazzata o su calci piazzati. La volontà fa la differenza e se anche la classifica non è delle migliori ci sono sempre cinque squadre nell’arco di quattro punti. Noi ci giocheremo tutte le partite. Il campionato è ancora lungo. Ci sono diciannove partite ancora da giocare». Mister Nofri Onofri parla anche di Federico Conti classe ’88, ultimo acquisto in casa Gavorrano, proveniente dalla Lupa Castelli Romani. «E’ un centrocampista duttile che può fare al caso nostro. Con lui e i nuovi arrivati la rosa ora è più ampia. Cercherò di assemblarla prima possibile, ma sono convinto che abbiamo le carte in regola per uscire da questa situazione, anche se ci sarà da soffrire. I segnali sono buoni. Con il Ponsacco abbiamo corso fino al 95′. Dobbiamo essere più squadra da battaglia che da fioretto. Domenica arriva la capolista Siena, poi ci sarà il tempo per lavorare nel periodo natalizio con più calma e tranquillità per farci trovare pronti alla ripresa del campionato». Nel frattempo sono già seicento i tifosi senesi che hanno già acquistato il biglietto e che saranno presenti al Malservisi Matteini per la sfida con il Gavorrano, l’ultima del 2014.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.